Nettuno DOC

Condividi con:

Zona di produzione: comuni di Nettuno e Anzio

Vitigni: Nettuno bianco: uve di Bellone localmente detto Cacchione in percentuale variabile dal 30% al 70% e uve di Trebbiano toscano, dal 30% al 50%. La Denominazione Nettuno Bellone o Cacchione è riservata alla tipologia bianco prodotta con uve provenienti per almeno l’85% dall’omonimo vitigno. Nettuno rosso: Merlot, dal 30% al 50% e Sangiovese, dal 30% al 50%, con l’eventuale aggiunta di altri vitigni a bacca rossa della zona. Nettuno rosato: uve Sangiovese e Trebbiano Toscano nella misura minima del 40% ciascuno.

Gradazione alcolica minima: 11 gradi per i bianchi e i rosati e 11.50 gradi per i rossi

Caratteristiche organolettiche: Nettuno bianco Bellone: colore paglierino con riflessi giallognoli, odore vinoso caratteristico, delicato e sapore fresco, armonico e secco. Nettuno rosso: colore rosso rubino intenso, odore vinoso caratteristico, accentuato e molto persistente e sapore armonico, pieno, gradevole e secco. Nettuno rosato: colore rosa più o meno intenso, tavolta con tonalità rubino; odore delicato, fruttato, vinoso e sapore fresco, armonico e secco

Tipologie: bianco, bianco secco e frizzante, rosso secco, rosato secco e frizzante, novello

Abbinamenti: Nettuno bianco e Bellone o Cacchione: molluschi e crostacei, insalate di mare, timballi, minestroni, lasagne e a calamari in umido, baccalà, caciocavallo e provola. Rosso: carni bianche cotte al forno, agnello al forno con patate, formaggi di media stagionatura. Rosato: antipasti di salumi, minestroni di verdure e zuppe

Riferimenti normativi: Riconoscimento della Doc “Nettuno” con DM del 08.05.03