Non solo colomba e uova, ecco 6 dolci tipici pasquali da preparare in questo periodo | Paesi del Gusto

Non solo colomba e uova, ecco 6 dolci tipici pasquali da preparare in questo periodo

Francesco Garbo  | 06 Apr 2023  | Tempo di lettura: 4 minuti

Se pensiamo alla Pasqua ci vengono subito in mente la colomba e le uova di cioccolato ma esistono tantissimi dolci tipici regionali molto meno conosciuti ma altrettanto deliziosi. Capiamo quindi quali sono e come si realizzano.

Prestifatto 

Il prestifatto è un dolce tipico napoletano molto veloce da realizzare, lo suggerisce il nome stesso presto fatto. Molto simile a un ciambellone è morbidissimo e profumato. Chiamato anche casatiello dolce, viene farcito con la meringa o una glassa di zucchero e gli zuccherini colorati. Perfetto per la colazione pasquale magari inzuppato nel latte e accompagnato dal cioccolato delle uova di pasqua.

Cuddura

Tipico dolce siciliano, ancora oggi il dolce più diffuso nel periodo di Pasqua. Il dolce contiene un numero variabile di uova al suo interno, sempre dispari, inserite con tutto il guscio. La più diffusa è la caddura a forma circolare ma esistono a forma di campanaru, campanile,  a forma di panarieddu, cestino o a forma di gadduzz, galletto e la trafizione vuole che le donne giovani le regalassero ai fidanzati nel giorno di Pasqua.

Fugassa pasquale

La fugassa è un dolce tipico del veneto dalle origini molto antiche. Secondo la tradizione questa fugassa, cioè focaccia, fu inventata da un fornaio che arricchì l’impasto del pane con ingredienti come uovo, burro e zucchero ottenendo una specie di focaccia però dolce e più soffice. Conosciuta anche come fugassin, originariamente era un dolce riservato alle persone più povere ma con il passare del tempo i fornai e pasticceri lo hanno arricchito sempre di più con aromi di agrumi, con il marsala. La realizzazione del dolce non è semplice, per essere realizzato ha infatti bisogno di 4 lievitazioni. La forma ricorda molto quella del panettone se preparato nello stampo cilindrico.

Torta tagliolina

A prima vista potrebbe sembrare una preparazione salata perché l’ingrediente principale sono i tagliolini. Il dolce è tipico emiliano e viene preparato durante le festività. Non esiste una ricetta univoca di questa torta perché ogni città dell’Emilia ne ha una locale. La base è di pasta frolla farcita con mandorle e frutta candita, coperta con tagliolini all’uovo. Molte sono le preparazioni per realizzare la rota ma il risultato sarà soddisfacente.

Pitte Pie

Dolcetti tipici della Calabira le pitte pie sono realizzati con la pasta frolla e un ripieno ricco composto con frutta secca, in genere fichi secchi e marmellata. Conosciuti anche come mezzelune di frolla o nepitelle possono contenere al loro interno anche vino cotto, noci o uvetta: insomma il ripieno varia molto in base alla zona dove vengono preparati. Insomma non vi resta che scegliere il ripieno che più preferite per creare questi piccoli ma deliziosi dolci calabresi.

Pizza pasqualina

A Roma è più importante della colomba. La pizza pasqualina è la portata principale della classica colazione pasquale a base di uova di cioccolato, uova sode, corallina e appunto la pizza dolce. Questa torta è molto simile e a un pan di spagna, in passato veniva realizzata il venerdì prima di pasqua per avere il tempo a sufficienza per poter lievitare. Era una sorta di rito seguito dalle donne della famiglia che usavano poi arricchire la pasta lievitata con i canditi. Oggi la pizza pasqualina si trova in tutti i forni e pasticcerie di Roma e dintorni. Provate la pizza con un pezzo di uovo di cioccolato e una fettina di corallina e non ve ne pentirete.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur