Olio extravergine monovarietale di Marina

Condividi con:

Questa cultivar locale, con un portamento assurgente di limitata vigoria, presenta una chioma poco voluminosa, rami a frutto brevi e ramificati, foglie piccole e di colore verde chiaro nella pagina superiore.

 

Aree di rinvenimento del Prodotto: San Donato Val di Comino (FR), Atina (FR)

 

Cenni storici e curiosità
Un prodotto sano, gustoso e ricercato, da sempre legato alla gente della Valle di Comino. Introdotto dai Sanniti nei primi secoli avanti Cristo, fin dal Medioevo, quando i monaci benedettini organizzarono la sua coltivazione intorno alla Torre di San Donato. Nel 1500 fu commercializzato da nobili mercanti fiorentini residenti a san Donato. Antiche cronache del Seicento narrano, invece, che l’olio era caro a Tommaso da San Donato, un frate in “odore di santità”, che ricompensava poveri, umili, e malati facendoglielo apparire olio e vino da botti e fiaschi vuoti. La cultivar “Marina ” è tipica della zona nord della Valle di Comino, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. E’ acclimatata da secoli nella zona e sembrerebbe, secondo una tradizione popolare, tramandata oralmente, introdotta nella metà del XVIII secolo da un farmacista, ricercatore e studioso di San Donato, della famiglia Marini che la portò qui dalle alture tra Francia e Spagna.