Panun

Condividi con:

Il Panun o Panon è un pan dolce farcito piuttosto diffuso nella sua zona d’origine: la Valtellina.
Parlando della cucina valtellinese, Gianni Brera racconta di “poche squisite cose di eccelsa umiltà: cibi cucinati e offerti con civiltà vicino alla raffinatezza”. È così anche per il Panun, dolce semplice e gustoso, preparato con ingredienti genuini ed energetici come la frutta secca così come si addice a un clima montano.

 

Area di produzione
Il Panun è un dolce tipico della provincia di Sondrio, in Valtellina.

 

Caratteristiche
Il Panun è preparato con farina di segale, farina bianca, lievito naturale, noci, fichi e castagne secche e, a volte, anche nocciole e uva nebbiolo fresca o leggermente appassita.
Si aggiungono, inoltre, burro, zucchero e un pizzico di sale. Può essere un filoncino leggermente appiattito o più raramente una pagnotta rotonda, rigonfia al centro. Nel primo caso è di 20 centimetri di lunghezza e 4-5 di larghezza; nel secondo, la pagnotta ha un diametro di circa 15 centimetri e nella parte più gonfia (al centro) è alta 5-8 centimetri. Il peso oscilla fra 400 grammi e un chilo. La pasta è compatta e la consistenza varia in funzione della ricchezza e della varietà della farcitura.

 

Cenni storici e curiosità
La produzione del Panun è ancora piuttosto artigianale. In passato, i Panun erano infornati la sera nel forno a legna, quando non si aggiungeva più legna e si toglievano la mattina successiva.

Video di Gusto