Piatti stellati ma nella cucina di casa: ecco tutti i segreti dei paccheri più famosi dei social | Paesi del Gusto

Piatti stellati ma nella cucina di casa: ecco tutti i segreti dei paccheri più famosi dei social

Francesco Garbo  | 24 Ago 2023  | Tempo di lettura: 2 minuti

Apparentemente dei paccheri al pomodoro ma in realtà una ricetta studiata, equilibrata alla perfezione ma soprattutto tristellata. Stiamo parlando dei celebri paccheri alla Vittorio del ristorante omonimo Da Vittorio, a Brusaporto nei pressi di Bergamo. Questa ricetta non è così giovane come sembra ma non smettere di riscuotere successo anche sui social.

Indice dei contenuti

La nascita del piatto

Ancor più particolare del piatto è la storia della sua invenzione, infatti l’idea nasce da un viaggio in occasione dei 25 anni di matrimonio di Bruna e Vittorio Cerea. I due si trovavano seduti ad un tavolo del Disneyland in Orlando, qui servivano le celebri fettuccine all’Alfredo in bianco e mantecate al tavolo. Da qui l’intuizione, far diventare la pasta rosso. Il resto è storia. Il sugo non è un semplice sugo ma nasce dall’unione di tre tipi di pomodoro diversi: il San Marzano, i datterini e il cuore di bue. Un ricetta che viene ultimata davanti al cliente che in questo modo può vedere lo chef all’opera che con maestria compone il piatto davanti ai suo occhi.

Un piatto semplice si, ma con regole ben precise da seguire. Come precisato poco sopra i pomodori sono ben bilanciati tra loro fra dolcezza e acidità e per questo è bene usare i giusti pomodori per non sbilanciare la ricetta. La mantecatura è probabilmente la fase più delicata nella preparazione di questi paccheri perché avviene con burro e parmigiano e si svolge rigorosamente a fuoco spento per evitare che il formaggio cagli rovinando irrimediabilmente il piatto. Il tipo di parmigiano deve essere relativamente giovane e non superare una stagionatura massima di 22 mesi. Un piccolo trucco per rendere davvero vellutata la salsa è quello di passarla, dopo averla frullata in un colino a maglie sottile per ottenere un risultato perfetto.

Insomma non vi rimane che rimboccarvi le maniche e preparare questa ricetta semplice ma complessa, magari in occasione di una cena con amici e finirle il piatto proprio davanti a loro mantecandolo alla perfezione.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur