Calabria

prodotti tipici calabresi fanno parte di un mondo, quello della cucina del Sud Italia, che nel corso dei secoli è riuscito a mantenere intatta la cultura del buon mangiare, arricchendo ovvero rielaborando i gusti provenienti dalla Magna Grecia fino al giorno d’oggi.

Per una regione che affaccia su due mari (il Tirrenio e lo Ionio) e il cui territorio è ben ripartito tra vette sopra i duemila metri, lunghe spiagge sabbiose e angoli collinari d’autore, vi è una cultura di piatti tipici calabresi che risponde promuovendo il territorio e le sue eccellenze.

I piatti tipici della Calabria

All’interno di questo mondo di saperi e sapori il pesce diventa elemento cardine della cucina calabrese, come nel caso del pesce spada alla ghiotta (servito soprattutto nel reggino) o della sardella, una salsa preparata con bianchetti e abbondante peperoncino.

Proprio il peperoncino, capofila dei prodotti tipici calabresi, è tra gli ingredienti che più ritroviamo all’interno del piatto tipico calabrese, una tradizione supportata anche dalle varie cultivar diffuse su tutto il territorio: il peperoncino di Spilinga, in misura specifica, è tra i più apprezzati.

E nelle ricette calabresi non può certo mancare la ‘nduja, un salame morbido realizzato con grasso di maiale e generose quantità di peperoncino, servito da solo o utilizzato per condire pasta, pizza o secondi piatti. Il crudo di Albidona è un altro salame calabrese sicuramente degno di nota.

I dolci calabresi

Tra i dolci tipici calabresi più buoni troviamo le nepitelle, dei ravioli di pasta che vengono riempiti con frutta secca e marmellata, particolarmente adatti anche a lunghi periodi di conservazione. Le nepitelle calabresi sono tipiche del periodo di Carnevale.

Imperdibile è il tartufo di Pizzo, un gelato morbido di forma sferica alla nocciola con una copertura di cacao, dall’interno morbido. Proprio il tartufo è uno dei prodotti calabresi più conosciuti ed esportati fuori dai confini regionali.

Leggi tutto