Prodotti tipici della provincia di Potenza

Home » Prodotti » Pagina 3

prodotti tipici della provincia di Potenza sono fortemente legati al gusto regionale, alle specificità del territorio e alla ricchezza enogastronomica che ha sempre rappresentato a livello storico e culturale.

Nell’obiettivo di consumare solo prodotti italiani, la provincia di Potenza può essere considerata come un vero e proprio contenitore di ricchezze della terra, dall’allevamento all’agricoltura, senza dimenticare la passione per i prodotti lavorati.

Che si tratti di primi o secondi piatti, che si pensi agli antipasti o ai dessert, i prodotti enogastronomici di Potenza e provincia si caratterizzano per i criteri di specialità, specificità ed eccellenza territoriale, con numerosi riconoscimenti tra i Prodotti agroalimentari tradizionali, le Indicazioni geografiche tipiche e le Denominazioni di origine protetta.

La tutela dei prodotti alimentari tipici è realizzata, infatti, attraverso denominazioni che hanno rispondenza a livello regionale (PAT), nazionale (STG, IGP) e comunitario (DOP). L’Italia, con i suoi quasi 300 riconoscimenti europei, è lo stato con il maggior numero di prodotti tutelati, seguita da Francia e Portogallo.

Salumi, formaggi, prodotti della pasticceria o dei forni: i prodotti tipici della provincia di Potenza sono su Paesi del Gusto, il portale del mangiare tipico italiano.

Cacioricotta

Cacioricotta

Area di produzione: Montagna e collina lucana   CaratteristicheLatte di capre al pascolo.La forma è cilindrica con una colorazione bianco avorio; pasta morbida e compatta con occhiatura fine ed uniforme; il...

Formaggio dei «Zaccuni»

Formaggio dei «Zaccuni»

Materia prima: latte caprino.Tecnologia di lavorazione: si porta il latte intero a circa 38 gradi, aggiungendovi caglio liquido o in pasta (capretto o agnello). Coagula in 30-40 minuti. Dopo la rottura della cagliata...

Casieddo o casieddu

Casieddo o casieddu

Area di produzione: Moliterno e comuni limitrofi   CaratteristicheLatte crudo di capra al pascolo; foglie di "nepeta" Calamintha nepeta Savi. La forma, cilindrica o ovoidale del diametro di circa 10 cm, viene...

Casiello

Casiello

Materia prima: latte caprino, da razze miste. Alimentazione: pascolo estensivo naturale.Tecnologia di lavorazione: si porta il latte della munta serale,previa bollitura, a circa 38 gradi, aggiungendovi caglio in pasta...

Formaggio di capra a pasta fresca

Formaggio di capra a pasta fresca

Materia prima: latte caprino, da razze miste. Alimentazione: pascolo estensivo naturale.Tecnologia di lavorazione: si porta il latte previa pastorizzazione a circa 20-22 gradi, aggiungendovi fermenti lattici più caglio...

Caprino

Caprino

Area di produzione: Montagna e collina lucana   CaratteristicheLatte crudo di capre al pascolo.La forma è cilindrica. La crosta è spessa e va dal giallo intenso al bruno con il procedere della...

Padraccio

Padraccio

Area di produzione: Falde del Pollino   CaratteristicheLatte crudo di capre al pascolo.Forma cilindrica o ovoidale del diametro di 10-25 cm con pasta morbida, viene consumato fresco. La pasta è di colore...

Ricotta forte

Ricotta forte

Area di produzione: Collina lucana   CaratteristicheSiero proveniente dalla lavorazione del pecorino, del formaggio misto e del caprino.La crosta è inesistente; il colore della pasta è giallo‐rosa; il...

Ricotta dura salata

Ricotta dura salata

Materia prima: siero ovino e caprino.Tecnologia di lavorazione: quando la ricotta a circa 72-90 gradi, affiora dal siero, la si lascia ancora sul fuoco badando bene di non farla bollire. Si mette nelle fuscelle...

Ricotta al peperoncino

Ricotta al peperoncino

Materia prima: siero ovino e caprino.Tecnologia di lavorazione: si porta la ricotta a circa 72-85 gradi. Coagula in fiocchi. Viene messa in forma nelle fuscelle e lasciata sgocciolare per alcune ore. Si lascia...