Prodotti tipici dell'Emilia Romagna

Home » Prodotti » Pagina 48

I prodotti tipici dell’Emilia Romagna sono un tesoro di ricchezze che ruota intorno alla “grassa” Bologna. Così viene chiamata infatti la città felsinea che, insieme a Napoli, si contende il titolo puramente onorifico di capitale della gastronomia italiana.

A Bologna, e in generale all’Emilia Romagna, è associata infatti la cultura della lasagna e del tortellino, delle sfoglie e del ragù, e di tutto quel patrimonio di piatti tipici emiliani e prodotti tipici romagnoli che nell’immaginario comune sono la summa del buon mangiare.

Non è dunque difficile stupirsi quando si pensa alla quantità di piatti tipici dell’Emilia Romagna che fanno parte integrante dei prodotti tipici italiani a tutto tondo.

Prodotti tipici emiliani

La lista potenziale dei prodotti tipici emiliani rasenta l’enormità, ed è dunque molto difficile individuare il tutto in poche frasi. Tra questi capolavori del gusto possiamo citare, in maniera puramente esemplificativa, il pasticcio di maccheroni alla ferrarese, i passatelli in brodo, la piadina, i savoiardi, la sfogliata (anche detta torta degli Ebrei) e la spongata di Busseto.

Per quanto riguarda la pasta, poi, i cappellacci di zucca, le tagliatelle (sia dolci che salate) e gli strozzapreti completano un quadro fatto anche dalle già citate lasagne.

Piatti tipici Emilia Romagna

Quando parliamo di piatti tipici dell’Emilia Romagna è forse più conveniente analizzare il profilo gastronomico provincia per provincia, quando non addirittura città per città.

Se Ferrara è la città della salama da sugo, del melone e dell’aglio a Modena è d’uopo usare l’aceto balsamico, a Parma produrre il Parmigiano e il prosciutto cotto, mentre Bologna si conferma madre della pasta.

Leggi tutto

Ciambella, boslan, zambela

Ciambella, boslan, zambela

Farina bianca, uova, zucchero, burro e latte o vino bianco.   Territorio interessato alla produzione: Tutta la provincia di Piacenza.   Cenni storici e curiositàSono dolci tipici della provincia di...

Bortellina, burtleina

Bortellina, burtleina

La lavorazione tradizionale avviene solo manualmente. In un recipiente si impastano acqua e farina sino ad ottenere una pastella abbastanza morbida, quindi si aggiungono le uova in ragione di una ogni tre etti di...

Bracciatello

Bracciatello

Sulla spianatoia, alla fontana di farina si uniscono il lievito sbriciolato, le uova intere, lo strutto ed un pizzico di sale. Ottenuto un impasto omogeneo ed elastico lo si lascia riposare e lievitare per un paio d'ore...

Bensone, balsone, balsòn

Bensone, balsone, balsòn

Dolce da forno classico, antico e semplice. E' tradizione gustarlo, oltre che come normale dolce, anche intinto in un bicchiere di vino lambrusco in modo che la pasta dorata e morbida prenda il colore del vino.Per altri...

Ribiola della bettola, ill ribiol

Ribiola della bettola, ill ribiol

Costituito da latte vaccino, caglio in pasta, sale alimentare.   Territorio interessato alla produzione: Prodotto della Val Trebbia e Val Nure - Piacenza   Cenni storici e curiositàIl Cardinale...