Prodotti tipici del Lazio

Home » Prodotti » Pagina 3

prodotti tipici laziali trovano nella città di Roma il loro cardine principale, ma non l’unico. Benché la cucina dell’Urbe sia universalmente riconosciuta per i suoi piatti e le ricette, non è solo la Capitale a detenere lo scettro del gusto.

Tanti, infatti, sono i prodotti tipici del Lazio che a vario titolo hanno ottenuto un riconoscimento, dai PAT alle varie denominazioni IGP/DOP (IGT/DOC/DOCG nel caso dei vini). Solo per quanto riguarda i Prodotti agroalimentari tradizionali, infatti, si contano quasi 350 denominazioni validate.

Queste riguardano, a vario titolo, i cibi tipici del Lazio tra prodotti di origine animale, preparazioni a base di pesce e di carne, dolci, prodotti di pasticceria, frutta, verdura e quant’altro.

I piatti tipici del Lazio

Tra i piatti tipici laziali è impossibile non citare la pasta all’amatriciana (originaria del comune reatino di Amatrice, al confine con Marche e Abruzzo), la gricia, ma anche nei secondi la trippa alla romana e la coda alla vaccinara.

Fanno parte del novero di prodotti tipici romani anche il carciofo alla Giudia, preparato secondo una ricetta di origine ebraica, e i fagioli con le cotiche, vera bontà che unisce terra e norcineria.

E sempre in fatto di norcineria, Ariccia è la città della porchetta IGP, un prodotto a base di carne di maiale che viene arricchita da molte spezie e cotta al forno in modo da darle una crosta croccante e saporita.

Tra i formaggi laziali citiamo invece la ciambella di Morolo, così come il conciato di San Vittore e il parimenti gustoso pecorino di Amatrice, che ritroviamo proprio nella ricetta dell’amatriciana.

Dolci del Lazio

Una tradizione molto diffusa nel Lazio è quella delle ciambelle: tondi di impasto, più o meno grandi, vengono preparati aggiungendo vino, zucchero o altri ingredienti.

A Veroli si prepara la ciambella all’anice, a Sermoneta si usano le ciambelle di magro, a Rocca di Papa è d’uso la ciambella degli sposi, legata a una antica tradizione di buon auspicio per i novelli sposi.

Sempre il mondo dei forni ci restituisce poi il Pane di Genzano IGP, primo in Italia a ottenere l’indicazione geografica protetta, la panicella di Sperlonga e il gustoso Pane di Veroli.

Leggi tutto
Porchetta di Ariccia

Porchetta di Ariccia IGP

La Porchetta di Ariccia IGP è uno degli alimenti più conosciuti e consumati nei Castelli Romani e nel Lazio. Si tratta di un prodotto della migliore tradizione norcina italiana, un tronchetto di carne di maiale dalla...

Caciotta mista della Tuscia

Caciotta mista della Tuscia

Formaggio a pasta dura, con pezzatura media (da 1,8 a 3,5 kg), prodotto con latte vaccino ed ovino (latte ovino per il 25% circa). Presenta colore giallo paglierino, sapore da dolce a leggermente piccante per le forme...

Amaretti casperiani

Amaretti casperiani

Dolce tipo meringa ottenuto dalla lavorazione di chiare d'uovo montate a neve, zucchero, nocciole macinate e tostate, essenza di mandorle amare e un pizzico di vanillina. Il colore è tipicamente bianco, la forma...

Pizza di Pasqua della Tuscia

Pizza di Pasqua della Tuscia

Dolce dalla caratteristica forma a fungo con sapore di cannella nella tipologia dolce e sapore di formaggio pecorino nella tipologia al formaggio. La pizza di Pasqua della Tuscia tipo dolce viene preparata con farina...

Olio Tuscia DOP

Olio Tuscia DOP

Area di produzione: Nei comuni della provincia di Viterbo: Acquapendente, Bagnoregio, Barbarano Romano, Bassano in teverina, Bassano Romano, Blera, Bolsena, Bomarzo, Calcata, Canepina, Capodimonte, Capranica, Caprarola...