Home » Prodotti » Piemonte » Biella » Canestrelli biellesi

Canestrelli biellesi

canestrelli biellesi
canestrelli biellesi, prodotto tipico piemontese

canestrelli biellesi sono un prodotto tipico della provincia di Biella, in Piemonte. Rispetto al canestrello piemontese vero e proprio quello biellese si differenzia per forma e tipologia di preparazione.

Col nome di canestrello, infatti, si producono dolci che presentano caratteristiche di composizione e di produzione nettamente diverse. In genere si tratta di cialde, cotte su ferri roventi direttamente sul fuoco.

Il nome Canestrello deriva, con tutta probabilità, dai recipienti di vimini, i “canestri”, appunto, nei quali si usava deporrele cialde dopo la cottura e il distacco dai “ferri”.

I canestrelli biellesi sono una evoluzione particolare di questi dolci, che si sono arricchiti di una crema di farcitura. Oggi dunque sono una specie di wafer piatti costituiti di due cialde leggerissime al cacao con una farcitura di cioccolato, mandorle e nocciole.

Territorio interessato alla produzione

La zona di produzione dei Canestrelli Biellesi comprende i comuni dell’intera provincia di Biella.

Cenni storici e curiosità sui canestrelli biellesi

Nei capitoli esaminati a Genova del 1383, in cui si prescrivevano le tariffe dei fornai, detti pancogoli verso i casanis, ovvero coloro che praticavano in casa, sono elencati una serie di prodotti, detti camangiari, tra cui i canestrellis. E forse questa è la prima presenza documentata di questi dolci nella storia.

Di canestrelli al cioccolato ne parlano sia l’autore del Confetturiere Piemontese del 1790 (a proposito dei canestrelli di Altessano) e sia il Vialardi, nel famoso trattato del 1854, ma è certo che i ferri da canestrelli sono presenti in Piemonte da almeno il 1750, data la presenza di un ferro (piastra) con incisa proprio questa data.

L’origine dei Canestrelli Biellesi risale, a detta dei produttori locali, al 1600. Nella Biblioteca Reale di Torino è conservato un manoscritto risalente al 1805, “Notice sur l’arrondissement de Biella, département de la Sesia”, in cui vengono citati i Canestrelli come “eccellente pasticceria a base di cioccolato, stimata ed inviata in diverse città”.

I canestrelli biellesi erano forse, in origine, delle cialde rotonde, come quasi tutti i canestrelli piemontesi.

Nella prima metà del secolo scorso dalla vicina Svizzera giunsero a Biella i fratelli Teodori. Costoro, esperti nella lavorazione del cioccolato, hanno pensato di disporne uno strato sulle sottili cialde di ispirazione walser; la forma diventò rettangolare e nacque la versione attuale dei “Canestrelli Biellesi”.

Nel 1931, la Guida Gastronomica d’Italia del Touring, citava i canestrelli biellesi tra i dolci tradizionali di Biella.