Canestrelli liguri
Canestrelli liguri, prodotto tipico della Liguria

canestrelli liguri sono un prodotto tipico della Regione Liguria. La loro zona di produzione ha un’areale diffuso tra il Genovese, il Savonese e lo Spezzino. Le zone di elezione sono la Val d’Aveto, la Val Trebbia e la Val Varenna.

Cenni storici e curiosità

Sono molti i comuni del genovese che rivendicano la paternità dei canestrelli liguri, ma non è ancora stato individuato il “nucleo” formale di questo dolce. Canestrelli perché fatti a forma di canestro, benché ricordino più un fiore bucato nel centro.

I canestrelli liguri sono peraltro diversi dai vicini canestrelli piemontesi (di Novi Ligure) e dai canestrelli biellesi. Il prodotto, estremamente morbido e friabile per la presenza massiccia di burro, è servito tradizionalmente a colazione o come merenda.

Scheda prodotto. Canestrelli liguri

  • Curiosità: Documentati a partire dal 1700 i canestrelli, i cui natali sono rivendicati da numerosi paesi dell’entroterra di Genova e del basso Piemonte, sono un classico dolcetto, a forma di ciambella con foro centrale, ottimo a colazione ed ancora più appropriato a merenda con il tè o il vino dolce. Queste ciambelline di pasta frolla morbide e friabili si riconoscono per la smerlatura del bordo e per l’abbondanza di burro che offre un’indiscutibile bontà. “A son de vende reste e canestrelli…”
  • Caratteristiche: Canestrello di Santo Stefano D’Aveto (GE), Canestrello dell’Acquasanta (GE), Canestrelletto di Torriglia (GE) o Canestrello ligure.
  • Preparazione: Ingredienti: 500 gr di farina, 300 gr di burro, 150 gr di zucchero, 2 uova, zucchero a velo, bicarbonato di ammonio, latte.
  • Lavorazione: porre sulla madia la farina, unirvi lo zucchero, il burro ammorbidito, un pizzico di bicarbonato, i tuorli. Impastare con cura e lasciar riposare. Fare poi un impasto che deve essere arrotolato e schiacciato a mano o a macchina, sino ad ottenere una sfoglia alta un cm. Con l’apposito stampino creare i canestrelli, il tutto verrà poi spennellato con il latte ed infornato a 150 ° per 15 minuti. Lasciarli raffreddare e cospargerli di zucchero a velo.
  • Fonte: La vetrina di Agriligurianet.it – Regione Liguria 2005

Seguici su Facebook