Home » Prodotti » Toscana » Grosseto » Capalbio DOC

Capalbio DOC

Zona di produzione: zona collinare e pedecollinare dell’area meridionale della provincia di Grosseto e comprende parte dei territori amministrativi dei comuni di Capalbio, Manciano, Magliano, e Orbetello

Vitigni:
Capalbio Bianco e Vin santo: uve Trebbiano toscano in percentuale non inferiore al 50% ed eventualmente con quelle di altri vitigni a bacca bianca non aromatici della zona.
Capalbio Rosso e Rosato: uve Sangiovese (minimo 50%) ed eventualmente con quelle di altri vitigni a bacca nera non aromatici della zona.
Capalbio Cabernet sauvignon, Sangiovese e Vermentino: almeno 85% con uve del corrispondente vitigno a cui possono essere aggiunte quelle di altri vitigni della zona a bacca rossa, per le prime due tipologie, e a bacca bianca per il Vermentino

Gradazione alcolica minima: Bianco 10,5 gradi. Rosato e Rosso 11 gradi.

Tipologie: Bianco, Rosso, Rosso Riserva, Rosato, Cabernet sauvignon, Sangiovese, Vermentino, Vin santo

Caratteristiche organolettiche:
Capalbio Bianco: colore giallo paglierino scarico, odore delicato, fresco e fruttato e sapore asciutto.
Capalbio Rosso: colore rosso rubino più o meno intenso, profumo vinoso e caratteristico e sapore armonico, asciutto, sapido, giustamente tannico.
Capalbio Rosato: colore rosa piu’ o meno intenso tendente al granato con l’invecchiamento, profumo ampio e vinoso e sapore asciutto, fruttato, caratteristico.

Abbinamenti:
Capalbio Bianco e Vermentino: molluschi e crostacei, panzanella, marzolino, minestra di riso.
Capalbio Rosso e monovarietali rossi: fegatelli, polpettone alla fiorentina, ribollita, bistecca alla fiorentina, lepre.
Rosato: panzanella, crostini alla toscana, lardo di Colonnata, caciotta toscana, pappa al pomodoro, zuppa di lenticchie e legumi in genere.
Capalbio Vin santo: dolci e pasticceria secca, biscottini di Prato, brigidini, castagnaccio, ricciarelli.

Riferimenti normativi: La Doc Capalbio è stata riconosciuta con DM 21.05.1999 pubblicato sulla GU del 2.06.1999