Home » Prodotti » Emilia Romagna » Reggio Emilia » Cassatella

Cassatella

Zona di Produzione.
L’intera Provincia di Reggio Emilia

Descrizione
Dolce al cucchiaio liquoroso con biscotti e savoiardi

Materia Prima
Burro, zucchero, cioccolato fondente, amaretti, biscotti secchi, savoiardi, uova, Sassolino o Alchermes.

Ricette

Iori Galluzzi M.A.–Iori N., Breve manuale del mangiar reggiano, Reggio Emilia, N. Iori, 1985, pag. 129
Cassatella
Ingredienti: 200g di burro, 200g di zucchero,150g di cioccolato fondente,100g di amaretti,100g di biscotti secchi, 100g di savoiardi, 3 uova intere,Sassolino o Alchermes a piacere.

In un recipiente tritare finemente il cioccolato,i biscotti secchi e gli amaretti, bagnandoli con il sassolino.
Montare a parte i 3 tuorli con lo zucchero, incorporare il burro tenuto a temperatura ambiente per almeno 2 ore. Montare a neve ben ferma gli albumi aggiungendoli con grande delicatezza al composto, dopo aver amalgamato tutti gli altri elementi, anche quelli bagnati con il liquore.
Inzuppare i savoiardi con sassolino e alchermes, foderarne uno stampo da zuppa inglese o da zuccotto leggermente unto, riempirlo con il composto, battendolo leggermente con le mani in modo da riempire eventuali vuoti. Refrigerare il dolce per almeno 2 ore. Al momento di servire, capovolgere la cassatella sul piatto di portata e guarnire a piacere.

Gosetti della Salda Anna, Le ricette regionali italiane, Milano, La cucina italiana, 1967, pag. 462

Cassatella.
Ingredienti : burro 200 gr, zucchero gr 200 , cioccolato fondente gr 150, amaretti gr 100, biscotti secchi gr 100, savoiardi gr 100, tre uova, liquori: Sassolino e Alchermes.

Tritare il cioccolato, i biscotti secchi e gli amaretti: spruzzare tutto quanto con il liquore Sassolino. In una ciotola montare 3 tuorli e lo zucchero; quando saranno ben soffici incorporarvi il burro ammorbidito ed a pezzetti, quindi aggiungere gli albumi montati in neve ben soda e gli ingredienti spruzzati di liquore.
Foderare uno stampo coi savoiardi inzuppati di Alchermes e Sassolino, quindi riempirlo con il composto, sistemarlo bene e livellarne la superficie. Porre il dolce in frigorifero nel reparto freezer e lasciarvelo per almeno un paio d’ore. Pochi minuti prima di servire capovolgere la “cassatella” sul piatti di portata.

 

Cenni storici e curiosità
Gosetti della Salda Anna, Le ricette regionali italiane, Milano, La cucina italiana, 1967 specifica in merito alla ricetta della cassatella in una nota a piè pagina: “ il Sassolino” tipico liquore della zona ( è nato infatti a Sassuolo) è, per tradizione, usato dalle vecchie massaie emiliane e adoperato fedelmente ancor oggi per molti dolci.”