Home » Prodotti » Veneto » Vicenza » Ciliegia di Marostica IGP

Ciliegia di Marostica IGP

Ciliegia di Marostica
La Ciliegia di Marostica in mostra - la "marostegana" , variante autoctona derivata dall'incrocio di un durone rosso con una ciliegia bianca

La ciliegia di Marostica IGP, altrimenti detta marostegana, è una varietà di ciliegia diffusa nell’omonimo comune della provincia di Vicenza e nelle zone immediatamente limitrofe.

Si tratta di un prodotto gastronomico-agroalimentare di particolare valore storico, al quale è legata una ricca e variegata tradizione. Ogni anno, a fine maggio, si tiene la Festa della Ciliegia di Marostica e Mostra mercato, giunta nel 2019 alla sua 75° edizione.

Scheda prodotto: ciliegia di Marostica IGP

  • Zona di produzione: L’area di produzione si estende a numerosi comuni in provincia di Vicenza
  • Tipologia: Prodotto cerasicolo presente in diverse varietà. Le cultivar previste dal disciplinare sono le precocissime (‘Sandra’ e ‘Francese’), le medio-precoci (‘Roana’ e ‘Romana’), le tardive duracine (‘Milanese’, ‘Durone Rosso’ e ‘Bella Italia’) e la ‘Sandra Tardiva’. Inoltre vi sono anche le varietà ‘Van’, ‘Giorgia’, ‘Ferrovia’, ‘Durone Nero I’, ‘Durone Nero II’, ‘Mora di Cazzano’ e ‘Ulster’
  • Descrizione: La ciliegia di Marostica ha forma cuoriforme munita di peduncolo e ha un calibro compreso tra i 21 e i 30 mm. Presenta una buccia di colore rosso fuoco o rosso scuro a seconda della varietà del prodotto e una polpa mediamente soda, poco aderente al nocciolo, di colore variabile dal rosa al rosso scuro
  • Presenza sul mercato: La ciliegia di Marostica si trova in commercio da maggio a fine giugno in quanto l’epoca di raccolta va dalla terza decade di maggio, per le qualità precoci, alla seconda decade di giugno per le qualità tardive
  • Riferimenti normativi: Prodotto IGP, Regolamento CE n. 245/02 del 8/2/02

Cenni storici

Già nei primi anni ’50 esisteva a Mason Vicentino un mercato delle ciliegie dove veniva raccolto e venduto tutto il prodotto della zona. Verso la fine degli anni ’50, si sono create le premesse per l’organizzazione della produzione grazie alla nascita del Consorzio conservazione frutta di Mason Vicentino.

Risale, invece, all’inizio degli anni ’60 la costruzione dei capannoni per la raccolta, la lavorazione e la commercializzazione delle ciliegie e al 1969 la costituzione di un altro consorzio con lo scopo di organizzare in modo particolare i produttori cerasicoli.

La produzione della ciliegia di Marostica avviene quasi esclusivamente in zona collinare su terreni fertili e ricchi di potassa, che consentono di ottenere un prodotto dolce e gustoso.