Home » Prodotti » Piemonte » Cuneo » Colline Saluzzesi DOC

Colline Saluzzesi DOC

Zona di produzione: alcuni comuni della provincia di Cuneo

Vitigni: Colline Saluzzesi senza alcuna specificazione deriva da uve Pelaverga, Nebbiolo, Barbera, da soli o congiuntamente, per almeno il 60%. Possono concorrere alla produzione altri vitigni a bacca rossa non aromatici della provincia di Cuneo fino a un massimo del 40%. Le specificazioni Pelaverga o Quagliano sono riservate ai vini ottenuti esclusivamente dai corrispondenti vitigni

Gradazione alcolica minima: 10 gradi (11 per il QUagliano Spumante)

Tipologie: Rosso, Pelaverga (anche Amabile) e Quagliano (anche Spumante).

Caratteristiche organolettiche: Rosso: colore rosso rubino, odore fruttato, vinoso, intenso e caratteristico; sapore fresco, secco, fruttato intenso. Pelaverga: colore rosso tenue e profumo fine, delicato, fragrante, delicatamente fruttato con sentore di ciliegia e lampone, speziato, caratteristico, gusto secco, armonico e morbido. Pelaverga Amabile: colore rosso tenue, odore fine, delicato, fragrante, delicatamente fruttato con sentore di ciliegia e lampone, speziato, caratteristico; sapore fresco, delicato con aroma di lampone, talvolta vivace. Quagliano: colore rosso tenue e odore delicatamente vinoso con sentore di viola e con aroma gradevole e caratteristico, gusto amabile, di medio corpo, fruttato, talvolta vivace. Quagliano Amabile: colorito rosso tenue e odore delicatamente vinoso con sentore di viola e con aroma gradevole e caratteristico, gusto gradevolmente dolce, di medio corpo, fruttato, talvolta vivace. Quagliano Spumante: colore rosso tendente al violaceo, profumo delicatamente vinoso con sentore di viola, gradevolmente caratteristico, sapore dolce, di medio corpo, assai fruttato con spuma fine e persistente

Abbinamenti: Colline Saluzzesi Rosso, Pelaverga: risotti e carni bianche. Pelaverga Amabile e Quagliano Amabile (anche Spumante): crostate di frutta e dolci secchi in genere.

Riferimenti normativi: Riconoscimento della Doc “Colline Saluzzesi” con DM 14.09.96 pubblicato sulla GU 27.09.96