Home » Prodotti » Calabria » Cosenza » Fichi di Cosenza DOP

Fichi di Cosenza DOP

Areale di produzione:
Il fico è coltivato prevalentemente nelle aree collinari della provincia di Cosenza (fino a 800 m s.l.m.), ma il 60 % della produzione attuale (circa 5000 q.li) proviene principalmente dai seguenti comuni: Zumpano, Castiglione Cosentino, Rose, Luzzi, Bisignano, Santa Sofia d’Epiro, Tarsia, Roggiano Gravina, San Marco Argentano, Mongrassano, Cerzeto, Cervicati, Torano Castello, San Martino di Finita, Montalto Uffugo, Lattarico, San Pietro in Guarano, Acri.
Il resto della produzione (circa 3000 q.li) proviene anche da altre zone tradizionali della provincia.

La Varietà più diffusa, in questi areali di coltivazione, è la “Dottato” caratterizzata da fichi con buccia chiara, sottile ed elastica, polpa fine e dolce, che si presta molto bene al processo di essiccazione e di trasformazione, fornendo prodotti dalle caratteristiche organolettiche superiori rispetto ad altre varietà.
Si tratta di una varietà bifera, cioè con due produzioni annuali i Fioroni e i Forniti o fichi veri.
Frutto (Siconio) i fioroni presentano forma piriforme e con buccia di colore verdastro; i forniti presentano una forma sferica – oblunga, collo breve, peduncolo molto breve, colore verde giallastro che a maturazione avanzata diventa giallo-dorato. A maturazione avanzata, il liquido sciropposo che è contenuto dentro il siconio, spesso trasuda attraverso l’ostiolo, facendo fuoriuscire una goccia dorata di miele.

Epoca di maturazione:
fioroni, a partire dalla seconda decade di giugno. I forniti, maturano alla fine di luglio – inizi di agosto.
Produzione: abbondante nei fioroni ma la maggior parte della produzione tende alla cascola ed il peso medio è di circa 50 gr. Nei forniti, la produzione è abbondante ed il peso medio è di 40 gr circa.

Tecnologia di produzione tradizionale:
I frutti destinati alla trasformazione si lasciano appassire sulla pianta (Passuluni). Successivamente vengono raccolti in cesti (panari) e fatti asciugare al sole su graticci di canne (cannizzi), girati più volte durante la giornata al fine di rendere più uniforme l’essiccazione ed evitando, accuratamente, le scottature che anneriscono i siconi.

Caratteristiche organolettiche:
gustosa per il consumo fresco è particolarmente apprezzata per l’essiccato, considerata la elevata e costante produzione di forniti, per le caratteristiche merceologiche dei frutti e organolettiche della polpa, particolarmente esaltate dai locali fattori climatici. La polpa dei forniti è ambrata, liquescente, molle, dolcissima, aromatica con retrogusto di miele. Acheni piccoli e poco numerosi, caratteristica apprezzata dalle aziende di trasformazione.

Prodotti tradizionali a base di fichi secchi:
sistemi di lavorazione utilizzati dalla popolazione locale e dalla maggior parte delle aziende di trasformazione.

Fonte: http://www.fichidicosenza.it