Home » Prodotti » Piemonte » Alessandria » Frisse (fresse) o grive

Frisse (fresse) o grive

Le Frisse sono polpettine preparate con fegato, frattaglie varie, carnetta (carne intercostale e rifilature di lavorazione) e grasso di maiale, impastate ed avvolte nell’omento (o rete). Le polpettine hanno pezzatura variabile compresa tra 50 e 100 g, possono essere cosparse con farina di mais per evitare che si attacchino le une alle altre. In alcune zone si usa aggiungere dell’uvetta lasciata a bagno nel vino, presenza che conferisce al prodotto un sapore leggermente dolce.

 

Territorio interessato alla produzione: Le Frisse sono prodotte nel Monferrato, nel Canavese e nelle Langhe dove vengono chiamate Grive ed hanno dimensioni leggermente superiore ed una composizione dell’impasto più semplice.

 

Cenni storici e curiosità
Le Fresse o Frisse, sono un’altra fra le tante preparazioni per non sprecare nulla del maiale. Sono di origine antichissima tanto che Bartolomeo Scappi nella sua “Opera” del 1570 dà addirittura tre ricette ” per far tommacelle di fegato di porco” che sono simili a quelle attuali. Ne “Il Cuoco Piemontese perfezionato a Parigi” del 1766 troviamo invece una ricetta dal titolo “Fegato di vitello alla rete di porco, ossia crépine” che sostanzialmente sono fresse.