Home » Prodotti » Emilia Romagna » Forlì-Cesena » Latte alla Portoghese

Latte alla Portoghese

Zona di produzione
Provincia di Forlì-Cesena, Romagna

Ingredienti
Latte, uova, zucchero

Ricette
693. Latte alla Portoghese
E’ del tutto simile all’antecedente (692. Latte Brûlé), meno lo zucchero bruciato. Dunque anche per questo:

Latte, un litro.
Zucchero, grammi 100.
Rossi d’uovo, N. 8 e due chiare.
Odore di vainiglia, o di coriandoli, o di caffè, che sono quelli che più si addicono.

Se preferite quest’ultimo, macinate diversi chicchi di caffè tostato; se aggradite l’odore de’ coriandoli, che è grato quanto quello di vainiglia, soppestatene un pizzico e, tanto l’uno che gli altri, metteteli a bollire nel latte che poi passerete. Se il latte non è di molta sostanza, fatelo bollire anche un’ora e un quarto.
Non dimenticate mai il velo di zucchero fuso in fondo allo stampo.
Pellegrino Artusi, La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene, introduzione e note di Piero Camporesi, Torino, Einaudi, 1995

Latte alla Portoghese
Simile al brûlé meno lo zucchero bruciato.
Un litro di latte. 100 grammi di zucchero. Rossi d’uovo otto. Fare bollire il latte con 100 grammi di zucchero dentro per circa un’ora. Versare in uno stampo il latte bollito unito a uova e cuocere il tutto a bagno maria.
Giovanni Manzoni, Così si mangiava in Romagna, Walberti Edizioni 1977;
********
Latte Portoghese
Per 10 persone:
lt 1 di latte intero
gr 250 di zucchero
2 uova intere
6 tuorli
8 grani di caffè pestati
8 grani di coriandolo
4 cucchiai di zucchero

Fare bollire il latte per 20 minuti assieme agli aromi, aggiungere le uova sbattute e lo zucchero, poi filtrare.
Caramellare uno stampo da budino con quattro cucchiai di zucchero, versarvi il composto e cuocere a bagnomaria per 60 minuti a forno caldo, a 140° C.¹
¹Testimonianza di Peppina Benedettini detta Pepina de Prit.
E’ magnè. I mangiari negli usi dei contadini romagnoli, dai racconti di R. Giorgetti e di sua mamma M. Manuzzi, a cura di D. Bascucci [et al.], Rimini, Panozzo Editore, 2002