Liquore del Cansiglio

Territorio interessato alla produzione: Provincia di Treviso

La storia: Il liquore del Cansiglio prende il nome dall’omonima zona ai piedi delle Alpi Orientali, a cavallo tra le province di Treviso, Vicenza e Belluno, caratterizzata da zone boschive sviluppate e poco antropizzate. Il prodotto nasce nel secondo dopoguerra e da allora la sua ricetta (tipica) è stata mantenuta inalterata nel tempo.

Descrizione del prodotto: Il liquore del Cansiglio è ottenuto dall’infusione di bacche ed erbe tipiche del bosco, diluito con acqua e zucchero. Viene prodotto alla gradazione di 25% di alcool. Si presenta di colore bruno ed è caratterizzato da un’aroma molto fragrante e marcato, da un gusto rotondo e pulito grazie all’utilizzo esclusivo di aromi naturali e all’assenza di coloranti artificiali.

Processo di produzione: Il prodotto si ottiene dall’infusione di bacche ed erbe in acqua e alcool, che deve essere mantenuta per 3-4 settimane. Poi l’infuso viene distillato in piccoli alambicchi di rame e miscelato con acqua, alcool e zucchero senza aggiunta di altri aromi. Va mantenuto in appositi contenitori per circa 2 mesi prima di venire imbottigliato.

Reperibilità: Liquore tipico della zona del Cansiglio, questo prodotto può essere trovato presso alcuni rivenditori specializzati nelle province di Treviso, Vicenza e Belluno.

Usi: Consumato in quantità modiche il Liquore del Cansiglio è un ottimo dopo pasto e si può consumare tanto a temperatura ambiente quanto più freddo, specie nei mesi caldi.

Seguici su Facebook