Home » Prodotti » Trentino » Trento » Luganega cauriota affumicata o lucanica cauriota affumicata

Luganega cauriota affumicata o lucanica cauriota affumicata

Descrizione del prodotto
insaccato di puro maiale, da consumarsi allo stato fresco dopo cottura, oppure alla griglia, nei crauti, nel risotto ed in umido; se stagionata e affumicata viene invece consumata affettata come salamino. Se il consumo è allo stato fresco, la produzione si protrae per tutto l’anno mentre se la lucanica viene affumicata e stagionata, per problemi di conservazione la sua produzione avviene nel periodo che va da settembre a giugno.

 

Zona di produzione: l’intera Valle del Vanoi, più precisamente la zona comprendente i paesi di: Cauria, Canal san Bovo, Ronco, Prade, Zortea, Cicona, Passo Gobbera.

 

Cenni storici e curiosità
Nella zona interessata dalla produzione della lucanica cauriota, in passato nella maggioranza delle famiglie veniva allevato il maiale che serviva per l’autoconsumo. Le lucaniche venivano prodotte casa per casa e di conseguenza nelle macellerie veniva prodotta una esigua quantità di insaccati che servivano per le poche famiglie sprovviste del maiale.
Un fatto curioso è che era proprio il macellaio che sovrintendeva la lavorazione famigliare; esso veniva infatti spesso chiamato nelle famiglie sia per eseguire l’uccisione del maiale sia poi per dirigere tutta la lavorazione seguente.
Attualmente la situazione è completamente cambiata; nelle famiglie non viene più effettuato l’allevamento dei maiali e di conseguenza la produzione delle lucaniche cauriote avviene quasi esclusivamente nelle macellerie.