Home » Prodotti » Veneto » Rovigo » Melone del Delta Polesano

Melone del Delta Polesano

Territorio interessato alla produzione: Adria, Ariano nel Polesine, Corbola, Papozze, Porto Viro, Taglio di Po e Porto Tolle (RO)

La storia: Il melone è originario dell’Asia Centrale e Occidentale, da cui si è esteso a India e Cina e, solo in epoca tardo imperiale romana, nell’area mediterranea. In Italia si sta riscontrando un progressivo aumento delle superfici interessate da queste colture, che vede la Sicilia come regione maggiormente interessata con oltre un quarto della produzione nazionale, seguita da Emilia Romagna, Lombardia, Lazio e Veneto. Nella nostra regione, l’area del delta polesano è particolarmente indicata per la coltivazione di questo frutto e, date le sue caratteristiche pedoclimatiche, produce prodotti di qualità sempre più apprezzati dai consumatori. Qui la coltivazione ha avuto inizio all’inizio del Novecento, anche se lo sviluppo maggiore si è avuto dagli anni Settanta del secolo scorso, soprattutto seguendo la scia dei coltivatori ferraresi che avevano iniziato e produrre e commercializzare consistenti quantità di meloni di ottima qualità.

Descrizione del prodotto: Il melone è un frutto zuccherino appartenete alla famiglia delle cucurbitacee. È caratterizzato da forma voluminosa sferico-ovoidale e ha una buccia retata da nervature in rilievo. La polpa è profumata, di sapore dolce e di color giallastro-rosato e all’interno contiene moltissimi semi lisci e biancastri. Ha dimensioni variabili, con circonferenza di 35-40 cm e peso di 900-1500 g.

Processo di produzione: Il melone è una pianta annua, erbacea, rampicante. Presenta un apparato radicale molto espanso e profondo che la rende molto resistente alla siccità. Richiede terreno fertile e ben lavorato e temperature piuttosto elevate. La zona del delta polesano è particolarmente adatta a questa coltivazione, sia per la fertilità naturalmente elevata del terreno sia per la ricchezza della disponibilità idrica. Il clima mite durante l’inverno e umido in estate favorisce lo sviluppo di frutti particolarmente succosi e zuccherini. I frutti vengono raccolti manualmente durante il periodo estivo e devono essere stoccati in luoghi freschi ed ombreggiati o in celle frigorifere. Le successive operazioni di selezione, lavaggio e trasporto devono avere luogo con estrema cautela al fine di evitare lesioni ed ammaccature.

Reperibilità: Il melone del delta polesano è reperibile da maggio ad agosto, soprattutto presso i mercati al dettaglio della zona e delle limitrofe aree padovane e veneziane.

Usi: Il melone è un frutto particolarmente ricco di acqua e contiene molte vitamine e sali minerali, soprattutto potassio. Ha proprietà dissetanti, diuretiche e rinfrescanti. Viene consumato da solo come frutto o in abbinamento con cibi salati come ad esempio il prosciutto crudo.