Home » Prodotti » Umbria » Perugia » Montefalco Sagrantino DOCG

Montefalco Sagrantino DOCG

Zona di produzione: il comune di Montefalco e parte del territorio dei comuni di Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria, tutti in provincia di Perugia

Vitigni: esclusivamente da vitigno Sagrantino

Gradazione alcolica minima: 14 gradi.

Invecchiamento obbligatorio: per il Passito 30 mesi. Per il Secco 31 mesi, di cui almeno 12 in botte.

Caratteristiche organolettiche: il Sagrantino di Montefalco Passito si presenta di colore rosso rubino carico, talvolta con riflessi violacei e tendente al granato con l’invecchiamento. L’odore è delicato, caratteristico, fruttato con sentore di confetture di more di rovo, frutti di bosco maturi e di bacche di ginepro, ampio, speziato, con toni leggermente eterei; il sapore è abboccato, armonico e gradevole. Il Montefalco Sagrantino Secco, invece, è di colore rosso rubino intenso, ha odore delicato, caratteristico, che ricorda quello delle more di rovo. Il sapore è asciutto e armonico

Tipologie: Secco e Passito

Abbinamenti: Passito: dolci a pasta non lievitata, pasticceria da forno, crostate con marmellate di more o di altri frutti rossi. Va bevuto come vino da meditazione o accompagnato a formaggi pecorini molto piccanti quando è invecchiato. Secco, il Montefalco va abbinato a grandi arrosti, cacciagione, selvaggina da pelo e formaggi a pasta dura.

Riferimenti normativi: La Docg Montefalco Sagrantino o Sagrantino di Montefalco è stata riconosciuta con DM del 05.11.1992 pubblicato sulla GU del 14.11.1992