Home » Prodotti » Campania » Avellino » Nocciola di San Giovanni

Nocciola di San Giovanni

Nome geografico abbinato:

Sinonimi e/o termini dialettali: sangiovannara, sanjovanna

Regione: Campania

Provincia/e: Avellino, Napoli

Territorio interessato alla produzione: Area IGP nocciola mortarella (proposta)

Descrizione sintetica prodotto: Il frutto ha forma allungata, subcilindrico breve, lievemente compresso lateralmente; guscio medio sottile, compresso all’apice, di colore marrone chiaro; il seme è medio piccolo, di buone caratteristiche organolettiche.

Produzione in atto: attivo

Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura: La nocciola san Giovanni è di elevata produttività, a portamento intermedio; la pianta è molto vigorosa.Le nocciole vengono essiccate, tradizionalmente nei cosiddetti “soppigni” o soffitte, aperte lateralmente, oppure in esiccatoi.

Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione: materiali ed attrezzature tipiche della corilicoltura

Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive: La varietà rientra nel panorama varietale classico della corilicoltura campana, dove resta particolarmente vocata per le aree più pianeggianti.

Costanza del metodo di produzione oltre 25 anni: SI

Testimonianze certificate: Testimonianze orali raccolte in zona

Fonte: Mappatura dei Prodotti Tipici e Tradizionali 2005 – Regione Campania, Settore Se.SIRCA.