Home » Prodotti » Emilia Romagna » Bologna » Polenta pasticciata

Polenta pasticciata

Area di produzione
Nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Emilia-Romagna la produzione è indicata nella sola provincia di Reggio Emilia. In realtà si produce in tutta la Regione.

Ricette

Iori Galluzzi M.A.–Iori N., Breve manuale del mangiar reggiano, Reggio Emilia, N. Iori, 1985, pag. 59
Polenta pasticciata:
Per 6 persone occorrono 600 gr di farina gialla, 400 gr. di pomodori maturi; 200 gr di salsiccia; 10 gr. di burro: 50 gr. di lardo; una manciata di funghi secchi fatti rinvenire con acqua tiepida, conservando questa acqua dopo averla ben filtrata. Preparate una “pisteda” di cipolla, carota, sedano e lardo. Quando saranno ben rosolati unire i funghi ben sminuzzati, la salsiccia spellata, i pomodori, tirando a cottura con l’acqua dei funghi. Cuocere al farina gialla per circa 1 ora in acqua salata, lasciandola abbastanza sostenuta. Imburrare uno stampo e porre sul fondo un po’ di sugo preparato. Alternare, fino ad esaurimento degli ingredienti, la polenta con il sugo e il parmigiano grattugiato, terminando con il sugo, qualche fiocchetto di burro ed abbondante parmigiano grattugiato. Lasciare gratinare.

La cuciniera maestra. Ovvero metodo facile per cucinare esposto chiaramente con l’aggiunta di ricette per la compilazione di liquori e la conservazione dei cibi, Reggio Emilia, L. Bassi, 1984, pag. 50

Polenta pasticciata: Preparate una buona polenta e disponetela a strati entro una casseruola, cospargetela mano mano di burro sciolto con funghi e formaggio grattugiato. Se vi aggrada potrete impiegare anche un po’ di salsa di pomodoro. fate cuocere con fuoco sotto e sopra e servite.

Gosetti della Salda Anna, Le ricette regionali italiane, Milano, la cucina italiana, 1967, pag. 450

Polenta pasticciata:
Ingredienti: dose per 4 persone. Farina gialla gr. 500, pomodori maturi gr. 400, salsiccia gr. 200, burro gr. 100, lardo gr. 50 funghi secchi gr. 25, una cipolla, una carota un gambo di sedano poca farina bianca,parmigiano grattugiato, sale, pepe. Ammorbidire in acqua fredda i funghi. lavare i pomodori e spezzettarli. tritare il lardo con la cipolla e il sedano, porre a fuoco, unire la salsiccia senza pelle, i funghi strizzati ed i pomodori: salare, pepare e lasciare cuocere il tutto per circa mezz’ora. imburrare uno stampo dai bordi alti. Nel frattempo preparare una polenta piuttosto soda. A cottura ultimata tagliarla a fette e impastarne due o tre con un poco di farina bianca; con il mattarello stenderla formando una sfoglia e con parte di essa rivestire lo stampo imburrato. Mettere uno strato di fette di polenta, un poco di sugo, qualche fiocchetto di burro e una manciata di parmigiano, ancora polenta, sugo ecc., continuando così fino ad esaurimento degli ingredienti, ricordando di mettere a metà circa della “torta”, la salsiccia. Coprire tutto con la sfoglia tenuta da parte, e cuocere in forno già ben cado per circa un’ora, poi servire. Variante: in alcune zone lo stampo non viene rivestito, ma solo imburrato e poi si sistema in esso la polenta, a strati, intervada sugo e salsiccia. Il risultato è ugualmente ottimo.