Home » Prodotti » Veneto » Treviso » Pollo rustichello della pedemontana

Pollo rustichello della pedemontana

Territorio interessato alla produzione: Area della Pedemontana Trevigiana: Comunità Montana del Grappa, Comunità delle Prealpi Trevigiane e Montello.

La storia: Il pollo ruspante un tempo cresceva e prolificava, libero di razzolare e nutrito in modo sano, nelle aie delle case di campagna e nei campi limitrofi, era un animale da cortile talmente diffuso da costituire una risorsa alimentare di primaria importanza. La produzione del pollo rustichello avviene nelle aziende agrituristiche e agricole locali perché si è voluto ripristinare e sviluppare l’allevamento aziendale del pollo ruspante. Questo tipo di produzione era stata sostituita quasi totalmente da quella industriale, ma ora si asseconda una legittima richiesta dei consumatori che manifestano la necessità di ritornare alla qualità genuina di quelle carni. Lo scopo fondamentale di questa produzione è dunque quello di selezionare le razze più rustiche e resistenti al fine di garantire un prodotto di alta qualità.

Descrizione del prodotto: Sono tre le razze di pollo rustichello allevate nella pedemontana trevigiana: New Hampshire ha piumaggio di color rosso scuro. Il peso dei galli si aggira sui 2,7-3 kg, quello delle galline raggiunge i 2 kg ca. Questa razza è allevata per le sue spiccate doti di produttrice di carne e uova (di color rosato del peso di 60 gr. ca.), nonché per la produzione di meticci. Razza Maculata è la razza più diffusa nella fascia pedemontana. Il suo piumaggio è bianco con macchie nere su tutto il corpo, mentre le penne della mantellina sono argentate. Il peso dei galli varia tra i 3,8 e i 4,5 kg, mentre le galline non superano i 2,8-3,3 kg. Depongono uova dal guscio roseo di circa 60 gr. di peso. Ermellina di Rovigo ha un piumaggio di colorazione bianca con le penne timoniere e della mantellina scure. I galli pesano 3,7 kg ca., mentre le galline arrivano a 2,5 kg ca. Depongono uova a guscio roseo, del peso di 60 gr. circa. A 120 gg. i galletti e le pollastre raggiungono il peso di 1,8 kg ca.

Processo di produzione: Il vero pollo ruspante è tale solo quando viene allevato e cresciuto in un ambiente idoneo. I pulcini nelle prime settimane di vita vengono tenuti in un locale chiuso, pulito e ben disinfettato, lontano da correnti d’aria, riscaldato con lampade a raggi infrarossi o a gas, con le mangiatoie e gli abbeveratoi sistemati sopra uno strato di truccioli di legno. Dopo sei-sette settimane inizia la fase di allevamento all’aperto, in un ambiente che garantisce a ogni capo almeno 10 mq di spazio, allestendo per il riposo apposite strutture ad arca, capaci di ospitare dai 30 ai 40 capi, ciascuna con attorno circa 500 mq di terreno per il pascolo. L’alimentazione è naturalmente un altro aspetto determinante per poter allevare un pollo che si possa definire genuinamente ruspante. Per questo gli animali vengono nutriti con miscele equilibrate nel rapporto tra le varie sostanze, facendo in modo che l’animale si sviluppi attraverso un accrescimento lento e fisiologico, per assicurare alle sue carni la migliore qualità. Nelle prime settimane si somministrano miscele alimentari contenenti nuclei proteici formulati con proteine grezze.

Reperibilità: Presso gli agriturismi, gli allevamenti e le macellerie della zona di produzione si può facilmente trovare il prodotto durante tutto l’anno.

Usi: Le carni di pollo rappresentano un alimento facilmente digeribile e ricco di virtù nutrizionali, e sono composte per il 25% da proteine di alto valore biologico, utilizzate in modo completo dal nostro organismo, per il 10-15% da grassi e in buona quantità da sali di calcio, fosforo e ferro.