Pomodoro costoluto di Maratea

Pomodoro costoluto di Maratea
Pomodoro costoluto di Maratea, prodotto tipico lucano

Il pomodoro costoluto di Maratea è un prodotto tipico della Basilicata, coltivato in una ristretta zona territoriale che corrisponde proprio al comune costiero sul Mar Tirreno.

Area di produzione del pomodoro costoluto

Comune di Maratea (PZ)

Descrizione del prodotto

Il frutto maturo del pomodoro costoluto può raggiungere una pezzatura superiore al chilogrammo di peso, di colore rosso intenso a completa maturazione, durante la crescita è rosa o aranciato in funzione dei diversi ecotipi, la forma è globosa, irregolare e costoluta (forma a borsetta).

La polpa si presenta carnosa, dolce e profumata, contiene pochi semi distribuiti in numerosi lobi. Viene utilizzato sia nelle insalate che nella conserva.

Tecniche di produzione

Pianta vigorosa, coltivata su piccoli appezzamenti ricchi di sostanza organica. L’apporto di sostanza minerale risulta molto scarso. Il pomodoro costoluto viene trapiantato da inizio maggio ad inizio giugno con un sesto di circa 120-130 cm tra le file e 30 cm sulla fila.

Normalmente vengono lasciate 3-4 branche per la produzione, con l’asportazione dei getti ascellari. Si effettuano operazioni di defogliazione per assicurare una migliore maturazione della bacca. La raccolta si effettua da metà agosto e si protrae fino ai primi freddi.

Seguici su Facebook