Home » Prodotti » Liguria » Savona » Prosciutto cotto

Prosciutto cotto

zona di produzione: Sassello

curiosità: Nel medioevo (pieno e basso medioevo) le proteine sono procurate dalla carne, fornita in gran parte dal bestiame “minuto”: pecore, maiali, capre, galline e oche. Nonostante l’inesorabile e continua riduzione dei boschi di querce, dai quali si ricavano le ghiande, nutrimento del maiale, quest’ultimo continua ad avere una parte importante nel regime alimentare dei contadini: la sua carne si consuma fresca in inverno e salata o sotto forma di salumi per tutto l’anno.

caratteristiche: Prosciutto cotto prodotto seguendo un’antica ricetta che ha più di cent’anni dalla salumeria macelleria Giacobbe, presente in Sassello. La conduzione dell’attività è essenzialmente familiare.

preparazione: Le cosce fresche di suino, vengono salate e lavorate con aromi locali: in particolare si siringa all’interno dell’aorta femorale, un’acqua profumata in cui sono presenti sale, zucchero e una miscela di aromi, il “segreto” dell’azienda. Successivamente le cosce vengono depositate in salamoia (al 13%) e ad una temperatura di 2-4°C per almeno 15 giorni.

Fonte: La vetrina di Agriligurianet.it – Regione Liguria 2005