Home » Prodotti » Piemonte » Asti » Salame di tacchino

Salame di tacchino

Salame di tacchino
Salame di tacchino, prodotto tipico piemontese

Il salame di tacchino è un prodotto tipico del Piemonte, particolarmente diffuso nell’Astigiano. Le sue caratteristiche organolettiche, la maggiore leggerezza degli ingredienti impiegati lo rendono preferito da molti rispetto al salame di maiale tradizionale.

Oltre al salame di tacchino, nella zona di Asti si producono anche altri salumi dal particolare rilievo gastronomico. Tra questi il Salame Crudo al Barolo, il Salame Cotto e il Monferrato, che prende il nome dal vino che viene aggiunto all’impasto.

Scheda prodotto. Salame di tacchino

  • Tecnologia di preparazione: la carne di tacchino, con aggiunta del 25% di grasso suino, viene macinata a grana media, condita e insaccata nel budello naturale.
  • Materia prima: carne di tacchino sgrassata e privata dei lacerti del tessuto connettivo, più grasso di maiale.
  • Coadiuvanti tecnologici: sale, pepe macinato, noce moscata, vino Cortese
  • Additivi: Nessuno
  • Maturazione: un mese in cucina
  • Periodo di stagionatura: tre mesi in soffitta
  • Area di produzione: in provincia di Asti, nelle località di Azzano e San Marzanotto

Varianti produttive

Il salame di tacchino è un prodotto che, nelle sue varie declinazioni, è privo di glutine. Il ridotto apporto calorico, grazie al minor contenuto di grassi, lo rende adatto a diete ipocaloriche.

Rispetto al salame di tacchino astigiano, ve ne sono varianti che impiegano più o meno ingredienti ulteriori, come la carne di maiale. È in ogni caso massimamente previsto l’impiego di carni da allevamento nazionali, per preservare la qualità del prodotto.

Abbinamenti

Portare in tavola il salame di tacchino non è una mission impossible, poiché è un salume facilmente abbinabile sia con altri prodotti che con i vini.

Buono con il formaggio mediamente stagionato, come ad esempio il Testun alessandrino-cuneese o la Giunca torinese. Dal punto di vista enologico è immaginabile invece un abbinamento extra-regionale, andando a puntare sul frizzante e bianco Valle d’Itria IGT, prodotto nelle province di Bari, Brindisi e Taranto.