Home » Prodotti » Veneto » Padova » Sangue morlacco

Sangue morlacco

Sangue morlacco
Sangue morlacco, liquore a base di marasche (ciliegie amare)

Con il nome di sangue morlacco si definisce un antico liquore, di origine ottocentesca, che viene prodotto tramite l’infusione di ciliegie marasche. In questo senso, è piuttosto simile alla Ratafià abruzzese, al Maraschino e allo Cherry.

Cenni storici e curiosità

Nel 1821 Girolamo Luxardo inventa, a Genova, il maraschino. Si tratta di un fermentato alcolico a base di frutta rossa (prevalentemente ciliegie), alcool etilico e zucchero che ottiene subito largo successo.

Nello stesso periodo nasce anche il Ratafià di marasche, ovvero un brandy alle ciliegie (Cherry) che viene commercialmente venduto come Visnà. Questo nome non è inventato, ma origina dall’omonima parola turca che significa “ciliegia acida”.

L’incisione di Bartolomeo Pinelli del 1828 dal titolo “Contadino dalmata dello Stato Veneziano” viene impiegata nella pubblicità del Morlacco – Luxardo. Il nome di Sangue morlacco è invece opera di Gabriele D’Annunzio, poeta e patriota che scopre il liquore durante la Campagna di Fiume. Qui gli viene presentato da Pietro Luxardo, erede di Girolamo, e il Vate lo rinomina in questo modo, dando nuovo slancio al liquore.

Famosa è la citazione dannunziana, riportata sull’etichetta: “Il liquore cupo che dalla mensa di Fiume chiamavo Sangue Morlacco”.

Metodo produttivo

Le marasche (ovvero i frutti del Prunus mahaleb, che si distingue dal Prunus cerasus per dimensioni e sapore) vengono pressate al fine di ricavarne il succo. Questo, opportunamente trattato, viene fatto stagionare in botti di rovere.

La durata della stagionatura minima è di nove mesi. Subito dopo si procedere alla liquirizzazione e alla reimmissione in botti di rovere per una seconda stagionatura. Al termine di questa fase, si procede all’imbottigliamento.

Caratteristiche del sangue morlacco

Il sangue morlacco ha un colore rosso intenso, tipico delle marasche. Il sapore è dolciastro, intenso con un titolo alcolometrico di 30%. Ha un gusto pieno, corposo e rotondo sul palato, adatto per il consumo in purezza o in abbinamento.

In particolare si può servire con ghiaccio, come aggiunta nei cocktail oppure insieme a cioccolato, frutti di bosco o gelati freschi.