Home » Prodotti » Emilia Romagna » Piacenza » Sprelle, Spreli

Sprelle, Spreli

Territorio di produzione
La Val d’Arda in Provincia di Piacenza, in particolare Fiorenzuola d’Arda.

Descrizione
Dolce tipico del periodo di Carnevale.

Ingredienti:
farina, burro, zucchero uova, vino bianco, strutto per friggere.

Preparazione:
La lavorazione tradizionale viene eseguita manualmente. Alla farina occorre aggiungere il sale, lo zucchero, le uova, il burro e si impasta fino ad ottenere una matrice elastica. Volendo si può aggiungere un po’ di vino bianco (dei colli piacentini). Si tira la pasta in una sfoglia sottile e da questa si ricavano, con una rotella dentata, delle strisce di pasta al centro delle quali viene fatta un’incisione per ottenere la caratteristica “gala”.
Si friggono in strutto di maiale già caldo.

Cenni storici e curiosità:
La ricetta è conosciuta e tramandata da centinaia di anni e la tradizione vuole che, prima della quaresima, si consumino grassi in abbondanza tra cui le sprelle che ne sono particolarmente ricche.
Sono una delle tante versioni di questo dolce di Carnevale, altrove chiamato sfrappole, frappe, crostoli, galani, ecc.

Ricetta
La ricetta originale delle Sprelle si trova sul sito del comune di Fiorenzuola ed è contenuta nel Libro “La cucina piacentina” di Andrea Sinigaglia e Marino Marini che fa parte della collana “Cucine del Territorio”.

Ingredienti per 4 persone:
500 g farina 100 g di zucchero 100 g di burro 3 uova (due intere, un tuorlo) 25 g di zucchero vanigliato una presa di sale una bustina di lievito mezzo bicchiere di vino bianco amabile due cucchiai di rhum buccia di limone grattugiata
per friggere: strutto

Preparazione
Raccogliere la farina a fontana sulla spianatoia e nel centro mettere le uova, lo zucchero , il burro a pezzetti, una presa di sale e il lievito, impastare il tutto con il vino ed il rhum fino ad ottenere una pasta morbida che verrà tirata in sfoglia sottile. Tagliarla a strisce della larghezza di 4-5 cm. e della lunghezza di non oltre i 10 cm. possibilmente con la “ rotella dentata”.

Frittura
Far sciogliere in un tegame alto una discreta quantità di strutto e quando questo sarà molto caldo, collocarvi le strisce di pasta precedentemente “ annodate a gale”.
Friggere le “gale” sino alla loro doratura e toglierle per lasciarle asciugare su carta assorbente.
Quando le sprelle sono ancora calde, polverizzarle con molto zucchero a velo.