Tomino

Materia prima: latte vaccino o misto con ovino e/o caprino a seconda delle disponibilità.

Tecnologia di lavorazione: si porta il latte a circa 20 gradi, aggiungendovi siero innesto più caglio liquido di vitello. Coagula in 24 ore. Dopo la rottura della cagliata la massa viene depositata in formine di plastica poste su assi inclinate per la sgocciolatura. La salatura si effettua dopo 24 ore, a secco con sale fino, rivoltando spesso le forme. Matura in tempo variabile da 36 ore a 5-6 giorni. Resa 20%.

Stagionatura: due o tre mesi.

Caratteristiche del prodotto finito: altezza: variabile; diametro: cm 6-7; forma: tondeggiante; crosta: sottilissima; pasta: bianca latte o giallastra se stagionata.

Area di produzione: Monte Ventano (PC), ai confini con la Liguria.

Calendario di produzione: tutto l’anno, in particolare da primavera all’autunno.