Trota fario delle Valli Vicentine

Territorio interessato alla produzione: Prodotto locale della Comunita’ Montana dell’Astico – Posina nei comuni di Valdastico, Posina, Laghi e Velo d’Astico (VI). E’ allevato anche nelle acque sorgive del comune di Cismon (VI).

La storia: L’Italia è uno dei Paesi maggiori produttori al mondo di trote e nel Veneto gli allevamenti si concentrano nella provincia di Vicenza. Pesce caratteristico di torrenti e ruscelli, la trota può vivere anche in laghi e corsi di fondovalle purché con acque fresche e molto ossigenate. Sin dal 1956 nelle acque che scorrono nei comuni di Valdastico, Posina, Laghi, Cismon e Velo d’Astico (Vi) vengono allevate le trote Fario. Sono le caratteristiche delle acque presenti nelle valli, nonché quelle dell’acqua montana limpida e fredda, a dare un habitat ideale allo sviluppo dell’allevamento di questi pesci. Per quanto riguarda la produzione di Cismon, l’allevamento è sorto nel canale inutilizzato dopo la costruzione della diga del Corlo nei primi anni sessanta. Inizialmente questo canale alimentava una piccola centrale idroelettrica, poi smantellata. è stato quindi utilizzato dall’azienda Bassani di Cismon del Grappa che ha diviso il canale originario in 14 vasche dove vengono allevati i pesci divisi per grandezza e per tipo.

Descrizione del prodotto: La trota Fario è un pesce di acqua dolce della famiglia dei Salmonidi, a carne bianca e da sapore molto delicato. È la specie più pregiata di trota ed allevata in acque fredde, presenta colore e striature variabili (a seconda dell’ambiente in cui vengono allevate) e la classica puntinatura arancione lungo i fianchi. Misura una lunghezza di 25-70 cm e un peso che può raggiungere anche i 6-7 kg.

Processo di produzione: Le caratteristiche morfologiche delle acque presenti nella valle e quelle dell’acqua di montagna, limpida e fredda, hanno dato un habitat ideale allo sviluppo dell’allevamento della trota Fario. Infatti data la rusticità di questo salmonide, l’allevamento è impostato con caratteristiche corrispondenti al suo habitat naturale. Sia la spremitura, che l’incubazione delle uova, che l’allevamento vero e proprio pur adottando tecniche di moderna concezione prevede dei tempi molto lunghi di permanenza del pesce nelle vasche ma anche che la biomassa presente nelle vasche sia molto bassa, favorendo così l’ottenimento di un prodotto di alta qualità e che generalmente viene venduto per ripopolamento dei fiumi. L’alimentazione è fornita da mangimi a base di farina di pesce con basso tenore di grassi ed alto contenuto in proteine, e con cereali. Essendo un prodotto che viene quasi esclusivamente venduto vivo, viene selezionato e trasportato con automezzi con cisterne (vasche) adibite esclusivamente a tale specifico trasporto. Nell’allevamento di Cismon il pesce viene lavorato e insacchettato.

Reperibilità: Il prodotto è commercializzato presso i normali canali di vendita al dettaglio in gran parte del territorio regionale.

Usi: La trota fario ha una carne magra, che contiene proteine, fosforo, ferro e vitamine. Si impiega cotta al cartoccio, alla griglia o lessa.

Seguici su Facebook