Prova costume: dieta drastica per perdere peso? Ecco cosa dice la nutrizionista

Francesco Garbo  | 14 Lug 2023  | Tempo di lettura: 5 minuti

Estate e perdere peso sono due parole che molto spesso si trovano nella stessa frase. Proprio durante la stagione calda, infatti, quando i cappotti lasciano spazio ai costumi, si comincia a voler dimagrire quanto più in fretta possibile per poter sfoggiare in spiaggia un fisico perfetto.Ecco dunque le diete improvvisate, i digiuni allo sfinimento e le diete fai da te. Niente di più sbagliato.

Bisogna sempre rivolgersi a un professionista quando si parla di salute, così con vari dubbi che mi ronzavano per la testa, mi sono rivolto alla Dottoressa Laura Crugnola per dirimere le mie perplessità. Si può dimagrire in poco tempo? Esistono davvero le diete miracolose? Laura Crugnola è una dottoressa biologa nutrizionista che sulla sua pagina Instagram Laura_fitnutrition sfata i miti dell’alimentazione e dispensa utili consigli ai suoi follower. Così ho deciso di farle qualche domanda sulle diete miracolose e molto altro, ecco le sue risposte.

Diete drastiche in estate per la prova costume, si può perdere peso rapidamente?

“Con l’arrivo dell’estate la classica domanda che sento dai miei pazienti è: “Mi fai una dieta che in un mese mi prepari alla prova costume?” Dobbiamo precisare che ci sono tante strategie per vedere il numero sulla bilancia scendere, l’obiettivo è quello, ma il problema è che quel numero non ci dice nulla di quale sia la nostra composizione corporea. Nei momenti in cui si seguono diete mono-alimento o chetogenica si eliminano tutti carboidrati e si assumono solo proteine e grassi, oppure la dieta in cui si eliminano un gruppo di alimenti perché nocivi e non funzionali al dimagrimento. Sono tutte diete ipocaloriche con quantitativi di calorie molto bassi e al di sotto del proprio metabolismo basale, ovvero il quantitativo che serve per le funzioni basali e non si deve mai scendere al di sotto di questo quantitativo. In primis perché è inutile e poi anche perché è pericoloso protrarre nel tempo alimentazioni estremamente ipocaloriche perché il copro smette di funzionare. L’esempio classico è quello delle ragazze alle quali sparisce il ciclo, è evidente che qualcosa non va.”

Insomma possiamo dire che spingersi così all’estremo con diete aggressive sia come viaggiare costantemente in riserva in macchina.

Il corpo va in blocco, con un unico pasto al giorno non scende il peso. Non siamo nati per dimagrire, siamo stati creati per ingrassare. Se pensiamo ai nostri antenati nelle foreste facevano scorpacciata di cibo perché non sapevano quando avrebbero mangiato di nuovo. Il corpo è abituato a fare pasti abbondanti. Ecco perché, quando gli togliamo il cibo in modo repentino, va sotto stress.”

“Fare queste diete estremamente ipocaloriche è controproducente, più che altro perché dall’ inizio a una settimana dopo possiamo vedere un drastico calo di peso (2 o 3 kg in 3 giorni) però dipende cosa stiamo perdendo. Questa cattiva abitudine di controllare solo il numero che leggiamo sulla bilancia è veramente inutile perché dietro quel numero che scende cosa c’è? Quando si perdono tanti chili, bisogna anche farsi una domanda, cosa ho perso? Quando ci sono questi cali repentini non perdiamo grassi ma è acqua e massa magra.”

Quindi se il numero sulla bilancia non è così attendibile possiamo buttarla ?

“La bilancia è sicuramente importante per vedere come sta andando la dieta, ci da un riferimento importante durante il periodo di perdita di peso ma se usata con criterio. Non ha senso pesarsi tutti i giorni, va bene 1 volta a settimana o, se si va dal nutrizionista, direttamente quando si va da lui per usare sempre stesso strumento. Direi di non buttarla, ma il miglior modo rimane lo specchio. Io consiglio sempre ai miei pazienti di farsi le foto prima e dopo. Non siamo oggettivi con noi stessi ma quando guardiamo la foto il cambiamento si vede.

Quindi ricapitolando, non esistono diete miracolose che in poco tempo ci facciano perdere peso, anzi facciamo il contrario. A questo punto quindi mi chiedo se è possibile in extremis almeno sgonfiarsi un po’. Come possiamo fare?

“Utilizzare una tipologia di dieta restrittiva pre-mare andando a equilibrare, senza esagerare con carboidrati che trattengono i liquidi. Bilanciare i pasti inserendo il giusto quantitativo di carboidrati integrali e il giusto quantitativo di proteine, fibre e grassi. Sono tutti provvedimenti per una dieta che ci supporta ma che ci fa dimagrire, se chiaramente questi pasti sono considerati in una dieta ipocalorica, noi riusciamo a dimagrire creando un deficit calorie.”

“Esistono diverse strategie tra dieta low-carb e digiuno intermittente. Per esempio, infatti, anche un piccolo periodo di digiuno intermettente, ben strutturato può avere il suo effetto. Tenendo ben presente che è un tipo di alimentazione che si può portare avanti nel lungo periodo.”

Chi è la dottoressa Laura Crugnola?

“Sono una biologa nutrizionista e vivo in due città, Parma e Milano. Svolgo attività di consulenza nutrizionale online ed è facile avere a che fare con persone molto lontane tramite i social. Ho una pagina Instagram, Laura_fitnutrition, tramite la quale ogni giorno cerco di insegnare le buone abitudini e lo stile di vita sano. Il mio hashtag è #manteneteviattivi, anche perché sono una grande appassionata di sport e fitness, infatti non solo è fondamentale un’alimentazione sana ma è necessario mantenersi attivi e fare sport.”

Come nasce l’idea di aprire una tua pagina?

“La pagina nasce all’incirca quattro anni fa, quando al termine del mio percorso di laurea magistrale, dovevo iniziare a fare la mia tesi e durante la preparazione e il tirocinio, dovevo cercare persone come papabili pazienti che desideravano partecipare al mio progetto di ricerca. Da li ho deciso di creare questa pagina, che si discostava dalla mia pagina privata, più incentrata sulla aspetto nutrizionale. Nell’ultimo periodo questa pagina mi sta dando tante soddisfazioni, i miei follower mi danno un supporto quotidiano incredibile, un’estrema motivazione. Loro mi ringraziano perché io li motivo, ma io ringrazio loro perché è tramite loro trovo passione e voglia di pubblicare contenuti.”

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur