Ricotta fioretta delle vallate vicentine

Condividi con:

Territorio interessato alla produzione: Val Leogra in provincia di Vicenza

La storia: La ricotta è uno dei prodotti tradizionali legati alla lavorazione del latte. Nella zona della Val Leogra si produce una particolare ricotta chiamata fioreta, liquida e da consumare subito. È chiamata così perchè prodotta con i primi “fiori” che si addensano col riscaldamento del siero dopo la produzione di formaggio. Da qualche anno a settembre si tiene a Recoaro Terme (VI), la Festa dei gnocchi con fioreta.

Descrizione del prodotto: La fioreta è un particolare tipo di ricotta, semiliquida e fresca, che può essere bevuta e ha un sapore neutro ma gradevole.

Processo di produzione: “Ottenuto il formaggio, si scaldano nuovamente a più di 60 °C gli scòri (siero) mettendo del sale canàle (solfato di magnesio) o dell’agra (siero molto acido perchè invecchiato). Prima della bollitura si condensa in superficie la puìna (ricotta), una panna leggermente granulosa e bianca che viene scremata con la spanaròla.” (cfr. Civiltà rurale di una valle veneta: la Val Leogra, Accademia Olimpica di Vicenza) La prima ricotta che viene prodotta produce la fioreta, che è liquida e viene consumata fresca, senza venire sgocciolata.

Reperibilità: Prodotta soprattutto per l’autoconsumo, è comunque reperibile nella zona direttamente presso i caseifici, i rivenditori e alcuni ristoranti che propongono piatti di tradizione locale.

Usi: La fioreta può risultare lassativa e si consuma fresca o come elemento principale del piatto tipico “gnocchi con la fioreta”.