Sannio DOC

Condividi con:

Zona di produzione: tutta la provincia di Benevento

Vitigni: Bianco: almeno 50% uve Trebbiano Toscano con l’aggiunta eventuale di uve di altri vitigni a bacca bianca raccomandati e/o autorizzati della zona. Rosso: almeno 50% uve Sangiovese, a cui possono essere aggiunte quelle di altri vitigni a bacca nera raccomandati e/o autorizzati nella zona; Falanghina: 85% dall’omonimo vitigno, come le tipologie, Greco, Fiano, Moscato, Barbera e Aglianico. Sannio Spumante metodo classico: esclusivamente da uve dei vitigni Aglianico, Greco e Falanghina, da soli o congiuntamente

Gradazione alcolica minima: Bianco 10,5 gradi. Rosso 11 gradi. Spumante 11,5 gradi.

Tipologie: Bianco, Rosso, Rosato, Spumante Metodo Classico, Aglianico, Barbera, Piedirosso, Sciascinoso, Coda di Volpe, Falanghina, Fiano, Greco e Moscato.

Caratteristiche organolettiche: Bianco colore giallo paglierino più o meno intenso; odore vinoso, gradevole, sapore asciutto, armonico, a volte vivace e/o amabile. Rosso colore rubino, più o meno intenso; odore vinoso, gradevole; sapore secco, giustamente tannico, a volte vivace, morbido e/o amabile. Sannio Spumante metodo classico ha spuma fine e persistente, colore paglierino o rosa più o meno intenso, odore gradevole, caratteristico; sapore secco, armonico, fresco.

Abbinamenti: Sannio Bianco: timballi e calamari in umido, pesci alla griglia, zuppe e fritture di pesce. Rosso: capocollo campano, sartu’ di riso, zuppa di cardoni e coniglio all’ischitana. Spumante: ostriche, crostacei e zuppe di vongole.

Riferimenti normativi: La Doc Sannio è stata riconosciuta con DM del 05.08.1997, pubblicato sulla GU del 02.09.1997