Sapori da film: il Torino Film Festival trasformato in un esclusivo tour gastronomico dedicato a Tim Burton

Claudia Rapparelli  | 20 Nov 2023  | Tempo di lettura: 6 minuti
Turin Film  Festival - immagine per uso editoriale

Da venerdì 24 novembre a sabato 2 dicembre, torna il Torino Film Festival, che rappresenta una vetrina essenziale per il cinema contemporaneo e indipendente. Oltre alla proiezione di film, il festival è anche un luogo di incontro per professionisti del settore, critici e appassionati, dove si tengono workshop, dibattiti e conferenze, creando un vero e proprio ecosistema culturale che celebra l’arte cinematografica in tutte le sue forme. Inoltre, accanto alla ricchezza cinematografica, il Torino Film Festival si distingue anche per il Salone OFF Food Topic, un’iniziativa che unisce il piacere del cinema a quello della gastronomia. L’evento si svolge parallelamente e coinvolge diverse realtà gastronomiche locali, che si mettono in gioco e creano piatti nuovi dedicati a temi cinematografici e dai gusti sorprendenti.

Il Salone OFF Food Topic: Un Gusto Cinematografico

Giunto alla sua terza edizione, questo format unico vede la partecipazione attiva delle realtà gastronomiche di Torino, che per l’occasione creano menù ispirati al cinema. Ogni anno, il Salone OFF Food Topic sceglie un tema specifico legato al mondo del cinema, trasformando i film in ispirazione per piatti innovativi e originali. Questo ponte tra l’arte culinaria e quella cinematografica non solo arricchisce l’esperienza del festival, ma celebra anche la cultura e la creatività che contraddistinguono la città di Torino. L’edizione di quest’anno, dedicata a Tim Burton, promette di trasportare i partecipanti in un’avventura gastronomica che cattura l’essenza e lo stile unico del regista, integrando sapientemente cinema e cibo in un’esperienza sensoriale completa.

Aria Gelateria: cremosità fantasiosa con “Edward mani di forbici”

Aria gelateria
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Aria Gelateria porta in scena un gelato che celebra “Edward mani di forbici“. La combinazione di latte, panna, zucchero, zenzero e cannella crea un gusto unico, che ricorda la dolcezza e la delicatezza del film. Questo gelato non solo sazia il palato ma invita anche a una riflessione più profonda sui temi dell’amore e della diversità, cari a Burton.

Il Gelato di Via Trento Gelato & Caffe: un viaggio gotico con gelati di “Nightmare Before Christmas” e “La Sposa Cadavere”

Via Trento Gelato & Caffè
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Il Gelato di Via Trento Gelato & Caffè presenta due opzioni di gelato in stecco che omaggiano due capolavori di Burton: “Nightmare Before Christmas” e “La Sposa Cadavere“. Il primo stecco, alla zucca e cannella con copertura di fondente, e il secondo al cioccolato fondente e frutti di bosco con copertura di vaniglia e fiordaliso, sono un perfetto esempio di come i sapori possano essere utilizzati per evocare atmosfere e emozioni.

Spazio 7: la magia della cioccolata di “La Fabbrica di Cioccolato”

Spazio 7
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Nel cuore di Torino, Spazio 7 incarna perfettamente l’unione tra arte e cucina. Per il Salone OFF Food Topic, il ristorante omaggia “La Fabbrica di Cioccolato” con una rivisitazione unica: la celebre barretta Wonka, ma con un twist salato. Il ripieno di coda alla vaccinara trasforma questo dolce in un intrigante mix di sapori, offrendo un’esperienza sensoriale che esplora il confine tra dolce e salato, proprio come l’universo di Tim Burton.

Edit: sinfonia di sapori con “Big Fish”

edit
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Edit, noto birrificio artigianale di Torino, presenta una proposta culinaria e una bevanda ispirate a “Big Fish“. La trota salmonata in crosta di pane e il tortino di patate rappresentano un piatto principale che cattura l’essenza del film, mentre il drink, un mix di cioccolato, albicocca e mandarino, rappresenta la dolcezza nascosta dietro l’anima gotica di Burton.

M/A Cucina e Padellino: terra e mare in armonia con “Big Fish”

M/A Cucina & Padellino
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

M/A Cucina e Padellino, proponendo una pizza al padellino che fonde sapori di terra e mare, riflette la narrazione surreale di “Big Fish“. La riduzione di datterino giallo e il tonno rosso affumicato creano un’esperienza gustativa che ricorda le avventure fantastiche e le storie straordinarie del film.

Passaparola Bottega Contemporanea: agrodolce fantasia in “Big Eyes”

passaparola bottega contemporanea
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Passaparola Bottega Contemporanea introduce una pizza ispirata a “Big Eyes“, caratterizzata da un gusto agrodolce e arricchita con chips di zucca. Questa scelta culinaria riflette la complessità e la profondità del film, celebrando l’arte e la vita di Margaret Keane, protagonista della pellicola.

Il Guscio: tocco gotico con i Plin di “Sweeney Todd”

guscio
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Il Guscio reinterpreta i famosi agnolotti piemontesi in chiave gotica, ispirandosi a “Sweeney Todd“. La patata blu utilizzata nella preparazione rappresenta un connubio tra tradizione culinaria piemontese e l’estetica dark di Burton, creando un piatto che è un vero e proprio omaggio all’arte del regista.

Tellia e Tuttofabrodo: il sapore intenso di “Sweeney Todd”

tellia e tuttofabrodo
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Tellia, con la sua pizza al taglio ispirata a “Sweeney Todd“, e Tuttofabrodo, con i suoi ravioli cinesi al vapore di barbabietola rossa e maiale, portano in tavola l’intensità e la complessità di uno dei film più oscuri di Burton. Questi piatti offrono una reinterpretazione culinaria che si adatta perfettamente all’atmosfera del film.

Van Ver Burger: un gusto audace con “Joker”

van ver burger
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Van Ver Burger accoglie gli ospiti con un burger ispirato al “Joker“, un’iconica figura nel mondo del cinema. Questo panino, una fusione di funghi shitake, salsa barbecue, cavolo viola, valeriana, maionese e wasabi, rappresenta un mix audace e inaspettato di sapori. La scelta di questi ingredienti non convenzionali riflette la natura imprevedibile e carismatica del Joker, offrendo un’esperienza culinaria che rompe gli schemi.

Ristorante Sabauda: un aperitivo in “Alice in Wonderland”

ristorante sabauda
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Il Ristorante Sabauda invita gli ospiti in un viaggio culinario ispirato ad “Alice in Wonderland“. La proposta di un aperitivo comprende panini al vapore racchiusi in uno scrigno e una bottiglietta di Caramel Manhattan Cocktail. Questo abbinamento crea un’atmosfera magica e surreale, proprio come il mondo fantastico di Alice, dove il cibo e il drink si trasformano in parte di un’avventura.

Ziccat: delizie al cioccolato da “Dumbo”

ziccat
Photo credits: Pagina Facebook @saloneoff

Ziccat conclude il percorso gastronomico con una varietà di cioccolatini ispirati a “Dumbo“. La combinazione di cioccolato fondente, arachidi e calamansi, conosciuto anche come Philippine Lime, dà vita a una dolcezza intensa e avvolgente. Questi cioccolatini, chiamati in onore del celebre elefantino volante, catturano lo spirito di meraviglia e l’emozione del film, offrendo un finale dolce e memorabile al viaggio culinario del Salone OFF Food Topic.

Claudia Rapparelli
Claudia Rapparelli


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur