Non solo arrosticini: ecco cosa si mangia nel 'borgo della neve' più famoso d'Abruzzo | Paesi del Gusto

Non solo arrosticini: ecco cosa si mangia nel ‘borgo della neve’ più famoso d’Abruzzo

Claudia Rapparelli  | 12 Gen 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Roccaraso

Nel cuore dell’Abruzzo, immerso tra verdi valli e imponenti montagne, sorge Roccaraso, una destinazione che incanta non solo per i suoi paesaggi mozzafiato ma anche per la sua ricca tradizione enogastronomica. Questo piccolo borgo, noto principalmente per le sue piste da sci, nasconde un patrimonio culinario che rispecchia la storia e la cultura della regione. L’articolo si propone di guidare il lettore in un viaggio attraverso i sapori autentici di Roccaraso, esplorando come la gastronomia locale sia un elemento fondamentale dell’esperienza turistica, capace di connettere i visitatori con l’anima più vera del luogo.

Colazione tradizionale a Roccaraso

Iniziare la giornata a Roccaraso significa immergersi in un rituale di dolcezza e tradizione. Le pasticcerie del borgo aprono presto, diffondendo nell’aria il profumo di dolci appena sfornati. Tra i più noti c’è il Parrozzo, un dolce dalla forma di cupola, ispirato al pane di mais della tradizione contadina e rivisitato con cioccolato e mandorle. Non meno celebri sono le Pizzelle, sottili e croccanti cialde aromatizzate all’anice o al limone, spesso accompagnate da un caffè espresso, pilastro della cultura italiana. Questa prima colazione non è solo un pasto, ma un vero e proprio rituale sociale e culturale, un momento di condivisione e convivialità che introduce perfettamente alla giornata.

Pranzo in trattoria

spaghetti alla chitarra

Il pranzo a Roccaraso è un affare serio e rappresenta un momento fondamentale della giornata. Le trattorie del posto, con i loro arredi rustici e l’atmosfera accogliente, offrono un’immersione completa nella cucina locale. Un piatto imperdibile è la spaghetti alla chitarra, un formato di pasta fatto a mano, accompagnato spesso da sughi a base di carne o verdure di stagione. Non si può poi dimenticare la zuppa di lenticchie, ricca e nutriente, che racconta di antiche tradizioni contadine. Il pranzo, in Italia, è più di un semplice pasto: è un momento di pausa, di riflessione, di piacere, dove ogni boccone racconta una storia.

Degustazione di formaggi e salumi

Nel pomeriggio, una degustazione di formaggi e salumi abruzzesi è l’ideale per scoprire i sapori autentici della regione. Roccaraso e i suoi dintorni offrono una varietà incredibile di prodotti: dal Pecorino, stagionato nelle grotte naturali, al salame tipico, ogni boccone è un viaggio nei gusti e nelle tradizioni locali. Numerose botteghe e agriturismi organizzano degustazioni, dove è possibile anche ascoltare le storie di questi prodotti, imparare sulle tecniche di produzione e comprendere il legame profondo che questi alimenti hanno con il territorio.

Cena nella montagna abruzzese

pecora alla callara

La cena a Roccaraso è l’apice dell’esperienza enogastronomica. I ristoranti di montagna, spesso situati in scenari suggestivi, offrono piatti che sono un inno alla cucina abruzzese. La pecora alla callara, cucinato lentamente in grandi pentole di rame, e gli arrosticini, spiedini di carne di pecora, sono solo alcuni esempi della ricchezza culinaria della cena. La serata si trasforma così in un momento di festa, dove i sapori intensi si mescolano alla magia dell’ambiente montano, creando un’esperienza culinaria unica e indimenticabile.

Dolci e liquori per concludere

Per concludere la giornata, non c’è niente di meglio di un dolce tipico di Roccaraso accompagnato da un bicchiere di liquore locale. Il Centerba, un liquore aromatico e forte, è perfetto per accompagnare dolci come i torroncini o le sfogliatelle, chiudendo in bellezza un viaggio gastronomico indimenticabile.

Claudia Rapparelli
Claudia Rapparelli


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur