Sardegna Semidano DOC

Condividi con:

Zona di produzione: l’intero territorio delle province di Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano. La zona di produzione del Sardegna Semidano Doc designato con la sottozona “Mogoro” comprende l’intero territorio dei comuni di Baressa, Gonnoscodina, Gonnostramatza, Masullas, Mogoro, Pompu, Simala, Siris e Uras, in provincia di Oristano e Collinas, Sardara e Villanovaforru, in provincia di Cagliari

Vitigni: uve del vitigno Semidano per l’85%. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca non aromatica, raccomandati o autorizzati per le province di Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano e presenti nei vigneti fino a una percentuale massima del 15%

Gradazione alcolica minima: Sardegna Semidano Doc 11 gradi. Spumante 11,5 gradi. Passito 15 gradi

Tipologie: Bianco, Spumante, Superiore, Passito e Mogoro (sottozona)

Caratteristiche organolettiche: Sardegna Semidano Doc: colore giallo paglierino con riflessi tendenti al dorato, profumo delicato di fruttato e caratteristico, sapore morbido, sapido e fresco. Sardegna Semidano Doc Spumante: colore giallo paglierino con riflessi tendenti al verdognolo, perlage fine e persistente, odore caratteristico e delicato, sapore sapido, fresco, secco o amabile o dolce e leggermente aromatico. Passito: colore giallo oro, odore intenso, etereo di frutta matura, sapore dolce, pieno e mielato.

Abbinamenti: Sardegna Semidano Doc: conchigliacei anche crudi, minestre e risotti sia di terra che di mare, fritture e grigliate miste di pesce. Sardegna Semidano Doc Spumante: dolci da forno, dolci a pasta lievitata, soprattutto a base di frutta. Passito: prodotti da forno.

Riferimenti normativi: Il riconoscimento della Doc Sardegna Semidano è avvenuto con DM del 28.08.1995, pubblicato sulla GU n. 248 del 23.10.1995

Video di Gusto