Scopri il segreto dei paccheri di Gragnano: un viaggio di sapori nella tradizione Campana!

Aurora De Luca  | 01 Ott 2023  | Tempo di lettura: 2 minuti
paccheri di Gragnano gratinati

I paccheri di Gragnano gratinati sono un piatto ricco e gustoso, perfetto per le giornate autunnali. La combinazione di rucola, pinoli, melanzane e datterini si fonde perfettamente con la cremosità della besciamella, creando un piatto che delizia il palato e scalda il cuore.

Paccheri gratinati: sapore della domenica

In Italia, la pasta al forno è un classico delle domeniche in famiglia. I paccheri di Gragnano, in particolare, sono un formato di pasta tipico della Campania, noto per la sua consistenza soda e la sua capacità di trattenere i sughi. La rucola, ingrediente chiave di questa ricetta, è nota per le sue proprietà digestive e depurative. Insieme ai pinoli, aggiunge un tocco di croccantezza e un sapore unico al piatto.

Prepariamoli insieme

Scheda Sintetica

  • Nome della Ricetta: Paccheri di Gragnano Gratinati
  • Cucina: Italiana, Campania
  • Tipo di Piatto: Primo
  • Dieta: Vegetariana
  • Difficoltà: Media
  • Tempo di Preparazione: 30 minuti
  • Tempo di Cottura: 25-30 minuti
  • Porzioni: 4 persone

Procedimento

  1. Frullare la rucola con i pinoli, olio e sale.
  2. Fondere il burro e amalgamarlo con la farina. Aggiungere il latte caldo, mescolando, e cuocere per 7-8 minuti. Salare la besciamella e unire la rucola frullata.
  3. Tagliare la melanzana a cubetti e rosolarla con i datterini tagliati a metà, un filo di olio e un pizzico di sale. Cuocere coperti per 7-8 minuti, poi per altri 5 minuti senza coperchio.
  4. Lessare i paccheri in acqua bollente salata. Scolarli al dente e mescolarli nella padella con melanzana e datterini. Condirli con metà della besciamella.
  5. Sistemare i paccheri in una pirofila imburrata. Coprirli con la besciamella rimasta, il caciocavallo grattugiato e gratinarli a 170 °C per 10-15 minuti circa.

Conclusione

Questo piatto è un inno alla tradizione campana, unendo ingredienti tipici della regione in un connubio di sapori e profumi irresistibili. Per l’abbinamento vino, scegliete un rosso morbido e servitelo leggermente fresco, sui 16 °C. Va bene il Nero d’Avola 2018 di Morgante, fruttato, speziato e pieno di personalità.

Scopri qui altre imperdibili Ricette Tipiche!
E allora, a tavola! E ricordatevi di condividere l’amore per la buona cucina!

Aurora De Luca
Aurora De Luca


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur