Sembrano cipolle ma non lo sono, e nel sud Italia si usano per tantissime ricette. Ecco di che si tratta

Marianna Di Pilla  | 05 Giu 2024  | Tempo di lettura: 2 minuti

Noti anche come cipolline di montagna o scalogno selvatico, sono una pianta erbacea selvatica originari della Puglia e della Basilicata. Raccolti tra marzo e maggio, nonostante la loro somiglianza con le cipolle i lampascioni sono ben diversi. Hanno un sapore dolce e leggermente amarognolo, simile a quello delle cipolle, ma una consistenza più croccante. Versatili e saporiti possono arricchire molte ricette della cucina mediterranea come i lampascioni sott’olio o l’insalata di lampascioni.
Come quella che stiamo per fornirti e che puoi facilmente provare a casa anche tu.

Come usare i lampascioni in cucina

Lampascioni freschi

Ingredienti

  • 1 kg di lampascioni freschi
  • qualche foglia di alloro
  • qualche spicchio di aglio
  • 1 litro di aceto bianco
  • 1 litro di acqua
  • sale q.b.
  • pepe nero in grani q.b.

Preparazione

Lampascioni

  1. la parte esterna e lavandoli con cura.
  2. In una pentola capiente, portare a bollore l’acqua e l’aceto.
  3. Aggiungere i lampascioni e cuocerli per 10-15 minuti, fino a quando risultano teneri.
  4. Scolare i lampascioni e metterli in un barattolo di vetro con alcuni grani di pepe nero, qualche foglia di alloro, qualche spicchio di aglio e salare.
  5. Versare la miscela di acqua e aceto bollente sui lampascioni fino a ricoprirli completamente.
  6. Chiudere il barattolo e lasciarlo raffreddare.
  7. Conservare i lampascioni in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce diretta del sole.

Vino da abbinare

Vermentino della Sardegna

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur