Simbua frita cun satitzu

Condividi con:

Area di produzione
Villanovaforru

 

Descrizione
Polenta di grano fritta con salsiccia secca
Sa simbua è un piatto rustico, che prevede l’utilizzo di ingredienti semplici e tipici della tradizione agropastorale del territorio di Villanovaforru. Ingredienti principali sono la semola grossa di grano duro, ciccioli di carne e lardo di maiale e salsiccia semi stagionata . Sa Simbua è anche definita “polenta di grano” perché, a cottura ultimata, presenta la stessa consistenza della polenta.

 

Preparazione
Gli ingredienti per 4 persone sono: 300 grammi semola grossa di grano duro, 100 grammi di ciccioli e strutto; 100 grammi salsiccia secca semi stagionata; 1/4 cipolla; 3 litri d’acqua e sale q.b.
Per la preparazione, si predispone una casseruola nella quale si fa imbiondire la cipolla tritata, si aggiungono poi i ciccioli e lo strutto e qualche pezzetto di salsiccia semi stagionata. Si fa rosolare il tutto per circa 5 minuti a fuoco basso. In un’altra casseruola si fa portare all’ebollizione l’acqua con l’aggiunta di sale, quindi si versa adagio, a pioggia, la semola grossa , mescolando con un cucchiaio di legno per evitare la formazione di grumi. Ottenuto il composto omogeneo di semola, si versa il soffritto precedentemente preparato. Si lascia cuocere per 25 minuti a fiamma bassa finché non assume la consistenza cremosa tipica di una polenta. Se necessario, si regola di sale. A cottura ultimata, si versa il composto in un piatto da portata e si cosparge di salsiccia semi stagionata.

 

Cenni storici e curiosità
La prima sagra dedicata alla simbua è stata organizzata nel 1996 a cura dell’Associazione Turistica Pro Loco con il principale obiettivo di riscoprire questo piatto antichissimo.
La simbua frita ha una tradizione antichissima nel comune di Villanovaforru, si tratta infatti di un piatto molto povero, ma ricco e nutriente. Gli anziani del paese ne tramandano la ricetta e lo descrivono come il piatto più comune del passato.

Video di Gusto