Spaghetti alla nerano e dolci irresistibili: scopriamo cosa si mangia nella perla della Costiera Amalfitana | Paesi del Gusto

Spaghetti alla nerano e dolci irresistibili: scopriamo cosa si mangia nella perla della Costiera Amalfitana

Francesco Garbo  | 09 Ago 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Positano è uno dei gioielli della Costiera Amalfitana, incastonata sulle rocce dei monti Lattari con uno scenario tipico da cartolina accoglie tantissimi turisti da tutto il mondo. Una volta arrivati qui non dovrete far altro che lasciarvi incantare dai paesaggi, dai colori e dall’atmosfera magica che si respira tra i vicoli. Ecco cosa vedere e cosa mangiare a Positano.

Il centro del paese va da Piazza dei Mulini fino alla Spiaggia Grande, qui lasciatevi conquistare da splendidi vicoletti che tra stradine strette e scalinate salgono e scendono per tutto il centro. La chiesa principale è Santa Maria Assunta che spesso viene raffigurata nelle foto grazie alla sua particolarissima cupola. Anche i romani apprezzavano questo luogo dal momento che già all’epoca dell’impero era meta di villeggiatura.

Cosa mangiare a Positano

Ovviamente i piatti più gettonati sono a base di pesce, ma non possono mancare anche specialità a base di limone, qui una vera eccellenza, che accompagna piatti salati ma anche piatti dolci fino al famosissimo liquore di fine pasto, il limoncello.

Mozzarella di Bufala

Inutile dire che qui va assaggiata la mozzarella di bufala che viene proposta in moltissime ricette. Non sono rari i negozi che offrono panini o focacce farcite con la deliziosa mozzarella, pranzo pratico per chi non vuole rinunciare a visitare la città mentre gusta le sue specialità.

Vermicelli di Positano

Questa pasta è semplice ma al tempo stesso molto saporita. La base è un trito di sedano e cipolla arricchiti da origano, basilico e prezzemolo. Questa pasta viene servita al dente e mantecata con pomodoro fresco. Una semplice ricetta ma dal profumo unico.

Spaghetti al limone

Questi spaghetti nella loro semplicità sono un piatto unico e assolutamente da provare. Il limone conferisce una nota piacevolmente acidula a primo impatto che si trasforma poi in un sapore fresco e travolgente che vi farà venire subito voglia di un secondo boccone. Provare per credere

Spaghetti alla Nerano

Questi spaghetti sono un concentrato di sapore e di tradizione culinaria partenopea. Difficile dirimere la leggenda dalla verità se andiamo a scavare nell’origine di questo piatto che nasce probabilmente negli anni ’50. L’idea fu quella di una ristoratrice di Nerano che con l’intento di legare la pasta alle zucchine aggiunse il Provolone del Monaco. Proprio questo è il segreto del piatto che conferisce sapore e cremosità.

Zuppa di cipolle allo zafferano

In questo piatto si vede l’influenza del dominio arabo di questa zona. Lo zafferano è la prova di quest’eredità e ancora oggi colora, profuma e impreziosisce molti piatti della costiera. In questo caso si parla di una zuppa che viene poi passata in forno per creare una deliziosa crosticina.

Totano imbottito

Questa è una ricetta antica che prevede l’uso del pane per farcire il totano. Questo pane viene reidratato nel latte e aggiustato di sale, pepe e prezzemolo. I totani vengono poi cotti al forno.

I dolci

Questo è il regno dei dolci e anche qui il limone non manca. Dall’irresistibile delizia al limone ai babà al limoncello, passando poi per la pastiera. Potete, anzi dovete, accompagnare i dolci con tutti i liquori qui prodotti come quello al finocchio o il nocino realizzato con le noci di Sorrento e il sopracitato limoncello che non ha di certo bisogno di presentazioni.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur