Home » Umbria » Strada del vino Colli del Trasimeno: l’Umbria dei sapori e del vino

Strada del vino Colli del Trasimeno: l’Umbria dei sapori e del vino

Lago Trasimeno
Lago Trasimeno

Quest’itinerario lungo il lago Trasimeno attraversa boschi, colline, castelli, abbazie e borghi medievali. In questi luoghi, al confine tra Umbria e Toscana, l’enogastronomia è particolarmente ricca con una cucina influenzata dalle tradizioni etrusche e dai piatti tipici umbri e toscani.

Storia e natura tra i vini umbri

Il Trasimeno è un lago di antiche origini ed è il quarto lago italiano per dimensioni. Il lato occidentale si affaccia sulla splendida Val di Chiana in Toscana e a nord sulle province di Arezzo e Siena.

L’itinerario dei vini DOC Colli del Trasimeno tocca i comuni di Castiglione del Lago, Magione, Corciano, Passignano, Tuoro, Paciano, Panicale, Città della Pieve e Piegaro. Il paesaggio è incantevole, dolci colline che degradano verso le acque del lago, un microclima perfetto con distese di uliveti e vigneti. In Umbria, l’olio e la vite trovano condizioni di crescita ideali con un terreno argilloso, sabbioso e fertile e antiche tradizioni agricole.

Il Trasimeno è una meta ideale per organizzare escursioni e trekking a piedi o in bicicletta. Un sentiero attrezzato e una pista ciclabile seguono tutto il perimetro del lago. Si può coprire l’intero tragitto o solo una parte passando tra incantevoli boschi di aceri, lecci, pini secolari, carpini, castagni e cipressi.

Per gli amanti del birdwatching, a pochi chilometri da Magione, c’è l’Oasi della Valle, una riserva naturalistica gestita da Legambiente. Qui si organizzano visite guidate o si possono percorrere i sentieri faunistici per osservare le quasi 200 specie di uccelli che tutto l’anno attraversano l’oasi lungo le rotte migratorie.

Sempre vicino a Magione si trova la spiaggia attrezzata di Caloni, per una sosta relax in riva al lago. A Tuoro si può fare una splendida passeggiata sul lungolago e prendere un battello per visitare le tre isole del lago Trasimeno, l’isola maggiore, l’Isola Minore e l’isola Polvese.

Ricette della tradizione: carne, pesce e olio extravergine

Questa strada del vino ha moltissimo da offrire al turista. Per chi ama il trekking, le passeggiate all’aria aperta e in mountain bike, la destinazione è ricca di sentieri attrezzati e percorsi. Accanto alla natura, troviamo itinerari culturali e artistici di grande interesse, tra chiese, edifici storici, fortezze e musei. Da non perdere infine i rinomati tour di degustazioni vini lago del Trasimeno, con visita alle 21 cantine della strada del vino e assaggi di vini rossi, bianchi e rosati accompagnati dalle delizie gastronomiche della zona.

Il periodo migliore per visitare la regione è la primavera e l’estate per godersi le escursioni e le camminate. L’autunno e l’inverno sono ideali per gustare i prodotti tipici del bosco.

Alla scoperta di chiese, conventi e palazzi rinascimentali

Tra i borghi del Trasimeno si nascondono tesori artistici e bellezze architettoniche.

Castiglione del Lago è uno splendido esempio di borgo del 500, tra le sue meraviglie ricordiamo il palazzo della Corgna o Palazzo Ducale con gli affreschi del Pomarancio, la Rocca Medievale e la Fortezza del Leone, un’imponente struttura con un torrione alto circa 40 metri e mura merlate.

Città della Pieve è un vero gioiello e merita certamente una sosta. Questo affascinante borgo di origine etrusca è costruito con mattoni a vista, tra vicoli, stradine e piazze caratteristiche. Nei negozi del centro storico si può approfittare per acquistare il rinomato zafferano prodotto nelle campagne vicine.

Altro borgo medievale sulle sponde del lago è Magione. Costruito lungo il tracciato dei pellegrini che erano diretti in Terra Santa, Magione ospita la bella Torre Lombardi e il Castello dei cavalieri di Malta del XII secolo. Tra i borghi più belli d’Italia figura Paciano, arroccato su una collina a 400 metri sul livello del mare, con una bella cinta muraria e le antiche porte di accesso al centro storico come Porta Fiorentina, la Porta Perugina e Rastrella.

All’interno di questo itinerario culturale si trovano anche Panicale, Passignano, Tuoro e Piegaro, borghi i cui paesaggi sono stati immortalati nei dipinti del celebre pittore Pietro Perugino. La zona del Trasimeno è ricca di conventi e abbazie medievali che vale la pena visitare tra cui l’Abbazia di Sant’Arcangelo sul Trasimeno, di Castiglione del Lago e l’Abbazia di San Donato a Piegaro.

I sapori della Strada del Vino del Trasimeno

Le ricette lungo questo percorso del gusto e del vino hanno come protagonista il pesce di lago: il luccio, l’anguilla, il persico o la carpa cucinati al forno o alla brace, conditi con l’ottimo olio extravergine di oliva umbro. Tra le specialità tipiche come non citare la Fagiolina del Trasimeno, un legume di piccole dimensioni con cui si preparano gustose zuppe aromatiche.

Tra i prodotti locali non potevano mancare i funghi, gli asparagi e le verdure per condire primi piatti di pasta fresca o contorni e infine il miele degli apicoltori della zona. Altro prodotto della regione è la gustosa norcineria con salumi, salame, capocollo e salsicce per preparare i saporiti antipasti umbri.

Oltre alla tavola c’è sempre il buon vino. Quest’area ad alta vocazione vinicola offre una serie di vini pregiati, rossi, bianchi e rosati. Si coltivano vitigni a bacca rossa internazionali e autoctoni come il Ciliegiolo, il Merlot o il Cabernet, uve a bacca bianca come il Trebbiano o l’antico vitigno Gamay del Trasimeno che dona al vino un colore rosso intenso e un profumo piacevolmente fruttato.

La strada del vino Colli del Trasimeno incontra altre strade del vino in Umbria come la strada dei vini del Cantico e la strada del vino di Montefalco dove si produce il celebre Sagrantino, un vino al sapore dei frutti rossi che può raggiungere anche i 16 gradi, da gustare assolutamente!

L’itinerario

Mappa

Informazioni utili

  • Partenza e arrivo: Tuoro sul Trasimeno
  • Tappe: Passignano sul Trasimeno, Magione, Corciano, Pietrafitta, Città della Pieve, Paciano, Panicale, Castiglione del Lago
  • Durata: 2 ore e 18 minuti, soste escluse
  • Lunghezza: 121 km