Dal cuore dell’Appennino Ligure una delle più belle Strade del Vino: assolutamente da non perdere

Aurora De Luca  | 29 Nov 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Il Tortonese, un territorio ricco di storia e natura, sorge come un crocevia tra diverse regioni italiane, incorporando parti dell’Appennino Ligure nelle province di Alessandria, Genova, Pavia e Piacenza. Il paesaggio si dipana in una successione di campi coltivati, vigneti e frutteti, unendo la Pianura Padana agli Appennini con montagne maestose come i monti Ebro, Giarolo e Chiappo. Questo ambiente naturale ospita una ricca fauna, tra cui scoiattoli, volpi, cinghiali, caprioli e molte specie di volatili​​. Ma ciò che seduce maggiormente sono i suoi sapori, che noi andiamo a scoprire attraverso la bellissima ed imperdibile “Strada dei Vini dei Colli Tortonesi“. Pronti? Andiamo!

La Strada dei Vini dei Colli Tortonesi: un viaggio incantevole nel gusto e nella storia

Il Tortonese ha una tradizione agricola profondamente radicata, con una cultura rurale che segue i ritmi e i valori della campagna. Tra i prodotti tipici di questo territorio troviamo tartufi, funghi, castagne, patate, aglio, cipolla, fragole, ciliege, miele, salumi, baci di dama e gli agnolotti. Questi prodotti riflettono l’alternarsi delle stagioni e un sapere tradizionale che si conserva con il passare delle generazioni​​​​.

I Vini Prestigiosi dei Colli Tortonesi

La denominazione d’origine controllata “Colli Tortonesi” tutela la produzione vitivinicola di questa regione dal 2005. La varietà di vini comprende il Rosso, il Barbera, il Dolcetto, la Croatina, il Chiaretto, il Bianco, il Cortese, la Favorita, il Moscato e il Timorasso. Questi vini sono il risultato di una lunga tradizione enologica e rappresentano la ricchezza e la diversità del territorio dei Colli Tortonesi​​.

Le tappe incantevoli della Strada del Vino dei Colli Tortonesi

Colli Tortonesi

  1. Az.Agr. Nebraie: Situata a Sisola, nell’alta Val Borbera, questa cantina è stata fondata da Andrea Tacchella nel 2014. Specializzata nel Timorasso, coltiva i suoi vigneti a oltre 500 metri di altitudine, offrendo un panorama unico e vini di carattere distintivo​​.
  2. Bottazzi – Azienda Agraria Monterosso: Questa storica azienda vinicola, risalente al XVI secolo, ha visto la famiglia Bottazzi prendere le redini nel XVII secolo. Oggi offre una produzione limitata e controllata, che va dalla vigna alla bottiglia​​.
  3. Boveri Giacomo: Giacomo Boveri, coadiuvato dalla moglie Sara, porta avanti la tradizione agricola familiare, producendo vini come Barbera, Croatina e un interessante Grenache Blanc spumantizzato​​.
  4. Boveri Luigi: Quest’azienda si estende per 15 ettari dedicati a Barbera, Timorasso, Cortese, Croatina e Moscato, con una moderna cantina costruita nel 1997​​.
  5. Canevaro Luca: L’azienda di Luca Canevaro si distingue per la sua conversione al biologico e per la coltivazione di erbe officinali, oltre ai vigneti​​.
  6. Cantina Mombisaggio di Giovanni Magrassi: Situata nel comune di Tortona, l’azienda di Magrassi adotta pratiche di sostenibilità nella coltivazione dei vigneti e una vendemmia accurata per assicurare la qualità dei suoi vini​​.
  7. Cantine Colonna: Questa cantina dedica 13 ettari a vigneti, con una vendemmia manuale e un’attenzione particolare nella vinificazione per preservare i profumi e i sapori​​.
  8. Cascina Bandiera: Gestita da Andrea Ferratini e Lina Rigo, l’azienda adotta il metodo biodinamico per coltivare non solo uve ma anche frutta e erbe officinali​​.
  9. Cascina Giambolino: L’azienda Agricola Nicoletta Calandra, oltre alla produzione di vino, offre carni di qualità e salumi prodotti localmente​​.
  10. Fiordaliso: La piccola azienda di Alessandro Bressan, con 6 ettari di vigneto, produce vini autoctoni come Timorasso, Croatina e Barbera​​.

Scopri su Paesi del Guasto altri incredibili Itinerari gastronomici!

Aurora De Luca
Aurora De Luca


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur