Susine della collina torinese

PaesidelGusto  | 10 Gen 2019  | Tempo di lettura: < 1 minuto

Nell’area collinare del Torinese e del Chierese, sono tradizionalmente coltivate un gran numero di
cultivar locali di susino, perlopiù riconducibili al gruppo delle susine europee (Prunus domestica L.), di seguito descritte.

 

Territorio interessato alla produzione: L’intero territorio collinare alle porte di Torino è interessato dalla coltivazione di Susine della collina torinese.

 

Cenni storici e curiosità
La maggior parte delle varietà descritte si presume abbiano comuni origini orientali, prova ne è il fatto che il termine con cui vengono designate alcune di queste varietà, Dramasin o Ramassin, deriva etimologicamente dal nome della capitale siriana Damasco. L’ipotesi più accreditata sul loro arrivo in Europa è l’introduzione ad opera dei Crociati al ritorno dalla Terra Santa. In Italia, le susine fecero la loro prima comparsa intorno al XII secolo diffondendosi anche nelle zone collinari del Torinese e del Chierese ad opera delle comunità di Frati Benedettini, il cui insediamento è testimoniato dalle Abbazie, tutt’oggi presenti nel luogo. Dalle testimonianze dei produttori locali, si può far risalire la coltivazione delle varietà di susine locali citate perlomeno alla seconda metà dell’Ottocento. Non è raro trovare impianti di varietà di susino locale di 30-50 anni.

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur