Terre del Prosecco

La zona del Conegliano-Valdobbiadene è caratterizzata, oltre che dalla bellezza dei suoi panorami, dalla fondamentale produzione vitivinicola.

Un territorio che include in maniera particolare la provincia di Treviso, e che si apre in scenari di rara bellezza.

La “piramide qualitativa” del Prosecco

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene DOCG – Prosecco Superiore dal 1876 ha realizzato una “piramide qualitativa” attraverso la quale è possibile suddividere appieno le zone produttive e la qualità del Prosecco nella provincia trevigiana.

In particolare, sono descrivibili le seguenti zone:

Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG
Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG

Subzona di 107 ettari, è considerata quella a maggiore resa qualitativa nella zona del Prosecco.

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Rive DOCG
Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Rive DOCG

Le “rive” sono le colline scoscese sulle quali si coltivano le uve del Prosecco. Sono in tutto 43.

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG
Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG

La zona, che segna la base della “prima piramide”, si estende su un totale di 15 comuni.

Tra le zone cosiddette “minori” troviamo poi:

  • Asolo Prosecco DOCG
  • Prosecco DOC Treviso
  • Prosecco DOC

Mentre le altre DOCG del territorio, zone di eccellenze nella produzione vinicola, sono:

  • Colli di Conegliano DOCG – Bianchi e rossi, adatti al consumo immediato o all’invecchiamento, prodotti nell’intero areale del Conegliano a esclusione del comune di Valdobbiadene
  • Torchiato di Fregona DOCG – Prodotto nei soli comuni di Fregona, Sarmede e Cappella Maggiore è un “vino da meditazione” prodotto con uve da Prosecco (Glera) e non (Verdiso, Boschera)
  • Refrontolo Passito DOCG – Prodotto nei soli comuni di Refrontolo, Pieve di Soligo e San Pietro di Feletto, si produce con uve Marzemino tipiche della zona di Refrontolo. Vino da abbinamento con i dolci, è decantato nel Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart

L’evento – Primavera del Prosecco Superiore

Primavera del Prosecco Superiore

Eventi da vivere e degustare, da marzo a giugno 2019

Le Terre del Prosecco si aprono al turismo di scoperta e approfondimento per tutta la Primavera 2019, con la 24esima edizione della Primavera del Prosecco Superiore. Valdobbiadene, Fregona, Guia, Refrontolo, Colbertaldo, Vittorio Veneto, Miane, San Pietro di Feletto e Follina sono i comuni che aspettano i visitatori con mostre, degustazioni guidate e appuntamenti all’insegna delle DOC e delle DOCG locali.

Gli itinerari del Prosecco

Le cosiddette “Strade del Vino” nella zona del Conegliano Valdobbiadene si dividono in due: la Strada storica del Conegliano Valdobbiadene e la Strada Panoramica.

Queste hanno un percorso solo parzialmente in comune, raccordandosi tra Valdobbiadene e Guia e poi dividendosi: la Panoramica ha un percorso circolare, molto più lungo e approfondito. La Strada del Conegliano, invece, collega Valdobbiadene e Conegliano passando per le zone di produzione di Col San Martino, Farra di Soligo, Refrontolo, San Pietro di Feletto per poi giungere proprio a Conegliano.

Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene
Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene

Lunga circa 90 chilometri, è la derivazione contemporanea del percorso turistico inaugurato nel 1966, la prima “Weinstrasse” sul territorio italiano. Parte da Valdobbiadene e si conclude a Conegliano.

Strada Panoramica del Conegliano - Valdobbiadene
Strada Panoramica del Conegliano – Valdobbiadene

Molto più lunga della “strada maestra”, la Panoramica tocca tutta la zona del Conegliano Valdobbiadene, spingendosi fino alle zone prossime al Piave e alle Dolomiti, e attraversando la zona di produzione del Cartizze.