Too Good To Go: ecco come una semplice app ha trasformato la lotta allo spreco alimentare

Claudia Rapparelli  | 15 Gen 2024  | Tempo di lettura: 4 minuti
too good to go

Ogni anno, miliardi di tonnellate di cibo vengono sprecate, con conseguenze devastanti su scala planetaria. Questo fenomeno si manifesta in ogni fase della filiera alimentare, dalla produzione alla distribuzione al consumo, e rappresenta una sfida critica per l’economia globale e la sostenibilità ambientale. Lo spreco alimentare è un problema che va oltre la semplice perdita di risorse. Esso è responsabile di una significativa quota delle emissioni di gas serra, contribuendo in modo notevole al riscaldamento globale. Inoltre, lo spreco alimentare solleva questioni etiche in un mondo dove la fame e la malnutrizione rimangono sfide urgenti.

L’ascesa di Too Good To Go: una missione per il cambiamento

Nata dalla visione di un gruppo di imprenditori in Danimarca, Too Good To Go è partita con un’idea semplice ma potente: collegare i commercianti con eccedenze alimentari ai consumatori interessati a prodotti a prezzi ridotti. Questo modello di business circolare non solo aiuta a ridurre lo spreco, ma crea anche un’esperienza positiva per tutte le parti coinvolte. La filosofia di Too Good To Go trascende l’aspetto puramente commerciale. La sua missione è quella di educare e sensibilizzare il pubblico sul tema dello spreco, mirando a instaurare un cambiamento culturale che vada oltre l’uso dell’app.

Il funzionamento innovativo dell’app

L’app permette ai consumatori di acquistare “Magic Box”, contenenti alimenti di qualità in eccedenza a prezzi scontati. Questo sistema non solo salva il cibo dalla discarica ma offre anche ai consumatori l’opportunità di scoprire nuovi prodotti e gusti a un costo accessibile. Per i rivenditori, Too Good To Go rappresenta una soluzione efficace per ridurre gli sprechi e recuperare una parte del valore degli alimenti invenduti. L’app offre anche strumenti per analizzare e ottimizzare le proprie pratiche di produzione e gestione delle scorte.

L’impatto reale di Too Good To Go

Da quando è stata lanciata, Too Good To Go ha salvato milioni di pasti in tutta Europa, contribuendo in modo concreto alla riduzione dello spreco alimentare. L’app ha dimostrato che un singolo strumento tecnologico può avere un impatto significativo su scala globale. Inoltre, il suo approccio genera benefici economici sia per i consumatori che per i rivenditori, contribuendo a un modello di economia più sostenibile, riducendo i costi di smaltimento e l’impatto ambientale dello spreco alimentare.

L’impatto di Too Good To Go in Italia

Nell’ultimo anno, l’Italia ha testimoniato una crescita esponenziale degli utenti di Too Good To Go, evidenziando una crescente consapevolezza verso la lotta allo spreco alimentare. Questo aumento ha visto protagonisti soprattutto gli studenti fuorisede, ma anche numerose famiglie che desiderano fare la propria parte in questa battaglia etica e ambientale. Gli studenti, in particolare, trovano in Too Good To Go un alleato prezioso per accedere a cibi di qualità a prezzi ridotti, conciliando il bisogno di risparmiare con il desiderio di adottare uno stile di vita sostenibile. Le famiglie, d’altro canto, sono sempre più attratte dall’idea di contribuire attivamente alla riduzione dello spreco, integrando l’app nella loro routine di acquisti quotidiani.

Il prodotto più venduto in Italia

Interessante notare come, tra i vari prodotti disponibili su Too Good To Go in Italia, il pane e i prodotti da forno siano tra i più richiesti e venduti. Questa tendenza riflette non solo l’amore profondo degli italiani per il pane e i derivati, ma anche la loro volontà di salvare questi alimenti dallo spreco. Il pane, un simbolo della cultura culinaria italiana, spesso si trova in eccedenza nelle panetterie e nei supermercati a fine giornata. Attraverso Too Good To Go, questi prodotti trovano una nuova vita, evitando di finire in discarica e offrendo ai consumatori il piacere di gustare prodotti freschi e di qualità a un prezzo accessibile.

Un cammino verso il cambiamento

Too Good To Go rappresenta un esempio luminoso di come l’innovazione tecnologica possa essere messa al servizio di cause sociali e ambientali. L’app ha dimostrato che piccole azioni quotidiane possono tradursi in un impatto globale, sottolineando l’importanza di un approccio collettivo e consapevole alla sfida dello spreco alimentare. Con la sua visione e il suo impegno, Too Good To Go continua a ispirare un cambiamento positivo, guidando la strada verso un futuro più sostenibile e responsabile.

Claudia Rapparelli
Claudia Rapparelli


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur