È tutta al cioccolato, è un dolce storico italiano e la ricetta è ancora segreta dopo oltre 100 anni

Marianna Di Pilla  | 14 Apr 2024  | Tempo di lettura: 2 minuti
Torta Barozzi, foto di Nico Tranquilli - Flickr, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=22032808

Originaria della cittadina di Vignola in provincia di Modena, questa prelibatezza è molto più di un semplice dolce. La Torta Barozzi è un’opera d’arte della pasticceria che incarna l’amore per i sapori autentici e la maestria nella lavorazione degli ingredienti. Un tesoro gastronomico che porta con sé la storia e la passione della tradizione dolciaria millenaria.

Storia della torta Barozzi

La storia della Torta Barozzi affonda le radici nel 1886, anno in cui il pasticcere Eugenio Gollini decise di creare un dolce che fosse in grado di esaltare i sensi e conquistare i palati più raffinati.
Per farlo si lasciò ispirare dalla ricchezza del territorio circostante, utilizzando ingredienti locali come il cioccolato e le nocciole. Amalgamandoli e unendoli insieme, Gollini gettò le basi di una ricetta che presto avrebbe conquistato tutti.
Il nome Barozzi è un omaggio al celebre violinista e compositore Vincenzo Barozzi, amico del pasticcere ed estimatore del talento di Gollini. La passione del musicista per questa creazione culinaria contribuì a diffonderne la fama ben oltre i confini di Vignola, trasformandola in un’icona della pasticceria emiliana e italiana.

Il sapore unico della Torta Barozzi

Ciò che caratterizza la Torta Barozzi è la sua consistenza umida e densa, e un gusto intenso e avvolgente dato dall’incontro del cioccolato fondente e delle nocciole.
La Torta Barozzi è un dessert perfetto per ogni occasione, dalle cene eleganti alle semplici pause dolci. Accompagnata da una tazza di caffè o da un bicchiere di vino passito, questa delizia è in grado di conquistare anche i palati più esigenti.
Ogni fetta di Torta Barozzi è un viaggio sensoriale attraverso i sapori e le tradizioni dell’Emilia-Romagna, una regione famosa per la sua ricca gastronomia e la sua passione per il buon cibo. Se hai l’opportunità di visitare questa magnifica terra, non dimenticare di assaggiare questo capolavoro dolcissimo che ti lascerà senza parole. E che ti farà venire subito voglia di un altro morso.
Una torta altrettanto golosa e capace di soddisfare gli amanti del cioccolato più impenitenti? La torta tenerina!

Ricetta della torta Barozzi e dove mangiarla

Nel 1948 la Torta Barozzi® divenne un marchio registrato, e la versione originale si può mangiare ancora oggi presso la Pasticceria Gollini in Piazza Garibaldi a Vignola. La pasticceria è una pasticceria storica della città, ancora gestita dalle pronipoti di Eugenio Gollini che sono eredi e custodi della ricetta di famiglia.
Una ricetta che dopo tanti anni resta segreta, nonostante su Internet se ne trovino moltissime.
Si può risalire alla lista degli ingredienti che sono pochi e semplici. Per fare la torta Barozzi basta utilizzare cioccolato fondente, mandorle e arachidi, uova, burro e zucchero.
Ciò che resta segreto è la quantità e le dosi corrette che occorrono per ottenere una ricetta dal risultato perfetto.

[foto copertina di Nico Tranquilli – Flickr, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=22032808]

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur