Un frutto nascosto fra i rovi che devi provare: la mora | Paesi del Gusto

Un frutto nascosto fra i rovi che devi provare: la mora

Marta Quadri  | 19 Set 2023  | Tempo di lettura: 2 minuti

Tra i frutti di bosco più amati si trovano le more, frutto difficile da cogliere ma buonissimo da gustare. La mora appartiene al genere “Rubus”, fa parte della categoria dei frutti di bosco e viene anche chiamata mora di gelso. Le piante delle more sono piante perenni.

Da dove viene:

La mora cresce spontaneamente in natura in molte zone del mondo, in particolare in Europa, in Asia e in America e sin dall’antichità, è stata apprezzata sia come alimento che come rimedio naturale, ad esempio, alcuni popoli utilizzavano anche le foglie decotte delle more per la produzione del tè per curarsi. Oltre ad avere un gusto delizioso, la mora ha ottimi benefici per la salute. Le piante di more si possono trovare nei boschi ma anche sulla strada e la particolarità di questa pianta è che presenta rovi tutti incordati fra loro e spine; quindi, spesso è difficile cogliere i frutti.

Caratteristiche e benefici:

La mora si presenta con semi all’interno anche chiamati “drupeoli” che uniti tra loro formano il frutto. Il suo colore può variare dal rossiccio, quando ancora non è matura, al nero profondo, ovvero quando è matura. Il sapore di questo frutto è molto dolce ma con una leggera nota acidula. Inoltre, offre una serie di benefici per la salute poiché contiene vitamina C, fibre, antiossidanti, manganese e i suoi semi all’interno hanno un olio ricco di omega 3. Il consumo di more porta ad un miglioramento della salute cardiovascolare, favorisce la digestione, previene le malattie croniche e migliora lo stato della pelle grazie al contenuto di vitamina C.

Preparazioni:

Sebbene difficili da cogliere, questo frutto è amato e apprezzato da tutti in cucina poiché è utile per la preparazione di molti prodotti. Le more, infatti, vengono spesso utilizzate nelle preparazioni dolci come torte, biscotti, gelati, succhi, marmellate, gelatine, ma anche in piatti salati, come salsa di accompagnamento per le carni. Questo frutto dal gusto unico può essere gustato sia fresco appena colto che cotto per la creazione di ricette. Le more possono anche essere congelate per una consumazione futura oppure essere trasformate in conserve o liquori che non sono niente male poiché la mora dona quel gusto speciale che di sicuro non dimenticherai.

Marta Quadri
Marta Quadri


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur