Zafferano dell’Aquila DOP

Condividi con:

Zona di produzione:
Lo Zafferano di L’Aquila (Crocus Sativus L.) si coltiva nell’areale dell’Altopiano di Navelli in provincia di L’Aquila e in zone limitrofe.

Descrizione:Il prodotto si presenta di colore rosso porpora e viene commercializzato in condizione di assoluta purezza: in polvere, mediante macinazione degli stimmi; in filamenti, lasciando integri gli stimmi.
Durante la fioritura della pianta si procede alla raccolta manuale dei fiori ancora chiusi. Segue la “sfioratura”, che consiste nell’apertura dei fiori e nella separazione degli stimmi.
Successivamente gli stimmi, posti nei setacci, vengono essiccati utilizzando la brace di legno di quercia. Tale procedura tradizionale tramandata da secoli consente di ottenere un prodotto unico per fragranza, aroma tipico e colore caratteristico rosso porpora.

Cenni storici:
Nel secolo XIII la coltivazione dello zafferano si estese in tutta la provincia aquilana e dopo breve tempo si organizzarono scambi commerciali con le città più importanti d’Europa. Affermatosi a livello internazionale, lo “Zafferano di L’Aquila”, veniva conteso da tanti commercianti, tra cui si ricorda il Sig. Jobst Findenken di Norimberga che si recava personalmente a L’Aquila per approvvigionarsi della spezia.